Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘mostre di giardinaggio’

composizioni-Garden-club-LivornoGli anni passano, le cose crescono e prendono una loro piega. Stagione di mostre di giardinaggio, oggi è la volta di Harborea a Livorno. Ottobre a 28 gradi, qui, mentre a casa mia “si gela”, dicono le telefonate e a Genova, per l’ennesima volta, vanno sotto, sommersi da bombe di acqua mille volte annunciate e mai prevenute. Ma oggi è festa nel parco di Villa Mimbelli, non si parla di cose negative. Il verde protagonista in questa città di mare, una Livorno curiosa e aperta, con le organizzatrici del Garden Club che sembra non aspettino altro che organizzare e mettersi alla prova. A me questo piace, c’è dentro sapienza femminile e qualche retaggio del lavoro di preparazione che ho fatto per trent’anni perché tutto questo avvenisse. La composizione di ciclamini davanti al manifesto che con il logo di Harborea chiude il palcoscenico da ristrutturare del teatrino del parco quest’anno è diventata un parterre di erbacee perenni e graminacee; i due gazebo della scuola di composizioni floreali sono diventati tre: per domani sono prenotate 40 persone tra mattino e pomeriggio. Si sono tanto impratichite, le signore del Garden Club, che alla quarta prova, quest’anno non si affannano neppure più, diligenti portano avanti il loro impegno, chi in un modo chi in un altro, con la levità che fa onore a loro e al mondo dei fiori. Festa di un luogo, contente che il loro lavoro serva innanzi tutto alla città e a ristrutturare quel teatrino. Le lezioni, a volte, le prendo così: a piccoli passi e in armonia si può fare un buon lavoro duraturo per promuovere la cultura del verde. Per chi vuole venire a visitare la manifestazione e chi vuol sapere: www.harborea.com
Harborea-2014-premiazioni-2Harborea-2014-premiazionicactus-di-artistapremiazione-a-Harborea-2014

Read Full Post »

logo-Flowers-&-FoodNon avendo più tempo neppure per respirare, giro ai miei lettori e condivido un comunicato stampa di questa manifestazione che mi vede direttamente interessata. Posso garantire perciò che sarà una bella festa, informale e ricca. Siete tutti invitati.

Aprirà sabato mattina alle ore 9,30 la manifestazione di giardinaggio Flowers & Food voluta dal Comune di Acqui Terme (provincia di Alessandria) lungo corso Bagni, l’ampio e lungo viale alberato, per l’occasione pedonale, che dal centro storico della città conduce agli stabilimenti termali. La manifestazione riprende una tradizione che si è fermata anteguerra: l’esibizione nelle vie della città di ricchi carri adornati di fiori.

festa-dei-fiori-a-Acqui-terme---Circa-1930Concepita come festa dei fiori e del benessere che essi ispirano e promuovono, Flowers & Food si propone come “salottino buono” di Acqui Terme per tutto il fine settimana. Con un’infinità di stimoli piacevoli perché questa sia un’occasione da ricordare.

La mostra mercato di giardinaggio sarà una gioia per gli occhi, un’occasione per approfondire la conoscenza delle piante ornamentali e dei migliori vivaisti italiani. Saranno rappresentate tutte le categorie di piante da esterni e da interni, fiori recisi compresi. I visitatori potranno seguire conversazioni e laboratori sul tema delle piante presso la maestosa tenda a pagoda allestita dalla rivista mensile Gardenia e sorseggiare l’aperitivo presso la postazione dell’Enoteca Regionale conversando con due acquesi che conoscono bene la loro città: l’architetto Alessandro Martini, autore di un libro sulle architetture delle terme di Acqui, e il dottore forestale Pier Paolo Grignani, dirigente del verde pubblico di Genova.

giardino di villa OttolenghiDalla manifestazione, con un servizio navetta gratuito, sarà inoltre possibile partire alla scoperta di due giardini famosi: il birdgarden del castello dei Paleologi che domina Acqui Terme e il giardino di Villa Ottolenghi in cui ha lasciato il segno Pietro Porcinai, il più autorevole paesaggista italiano del Novecento. E con la navetta il sabato sera si potrà tornare al Castello per una suggestiva e coinvolgente serata gong.

La domenica mattina proprio da Flowers & Food si potrà partire in bicicletta (anche a noleggio) per godere della pace e dei suggestivi paesaggi naturali della Bormida, il fiume che bagna Acqui Terme, percorrendo la pista ciclabile e fermandosi lungo il percorso per esercizi di ginnastica dolce, con l’intento di insegnare ai giardinieri (ma non solo) le tecniche di rilassamento e di postura prima e dopo i lavori di giardinaggio.

I-fiori-nel-piatto-a-Acqui-TermeFiori commestibili CarmazziE poi la gratificazione del gusto che le piante sanno regalare agli intenditori. I punti di street food lungo il percorso della manifestazione offriranno la farinata di ceci, ortaggi e fiori fritti in cartoccio, le famose fragole di Castelletto Derro con il gelato o con il vino Brachetto, assaggi di dolci, sciroppi e marmellate che a sorpresa hanno rose, violette e altri fiori come protagonisti. Persino gelati artigianali con sorprendenti sapori fioriti preparati per l’occasione…

Coronamento del piacere del gusto sarà la cena del sabato sera, con un menu rigorosamente a base di fiori messo a punto da uno chef famoso, Claudio Barisone. Che replicherà per il pranzo della domenica con un risotto alle rose di sua creazione.

E in più: dimostrazioni di carvingfruit, l’arte di intagliate ad arte ortaggi e frutta; lezione di piantagione e manutenzione del laghetto per i grandi e di orto per i bambini; presentazione di un nuovo libro sulle ortensie, foto d’epoca che raccontano la tradizione delle feste dei fiori ad Acqui Terme… Il resto è tutto da scoprire visitando Flowers & Food.

Read Full Post »

Tornavo sulla strada del bosco verso casa, brancolando nel buio e tra le nuvole basse di questa serata di pioggia così autunnale. E, lenta come una lumaca,  per non finire ribaltata cercavo di ricordare il punto preciso in cui c’è la sorgente d’acqua che buca l’asfalto proprio in mezzo alla strada. Da vent’anni conosco questo problema di acqua sorgiva che, soprattutto nei periodi di forti piogge, viene fuori prepotente, fa sprofondare la strada e forma un’enorme pozzanghera, mettendo in pericolo l’incolumità di chi transita in auto. Di tanto in tanto, diciamo una volta ogni due anni, passa qualcuno dell’ANAS e butta un po’ di asfalto nella conca che si è formata, livella e si sente a posto per altri due anni. Ma il problema rimane, e giù a commentare che dovrebbero incanalare tutta quell’acqua, con quello che costa, con i danni che compie anche a valle sull’altra strada che corre in basso, infatti interrotta di tanto in tanto per smottamenti. Quando transito con altri a bordo, che mi vedono slalomare senza capire perché, racconto che vorrei vivere in una nazione dove i problemi vengono affrontati una volta per tutte, civilmente, perché livellare la strada è un palliativo, come spesso vietare o permettere per legge qualche cosa. Una volta i limiti dell’atrazina nell’acqua delle risaie erano a certi valori e quando hanno scoperto che erano ampiamente superati ovunque in Italia ci siano risaie, invece di correre ai ripari vietando il prodotto hanno alzato per legge i valori consentiti. Da stasera ho la sensazione che non si faccia più neppure questo, e si stia lentamente e inesorabilmente cedendo a burocrazie punitive che tutelano le istituzioni puntando il dito sul singolo cittadino, di continuo colpevolizzato di esserci, di avere in proprietà la casa in cui vive, di possedere un conto sul quale riceve lo stipendio, di fare figli e di volerli mandare a scuola, di usare l’auto per andare a lavorare fuori mano in un luogo non servito dai mezzi pubblici. Stasera ho visto che sul margine della strada, 20 metri prima del problema, in entrambe le carreggiate hanno sistemato un palo con su il cartello triangolare di pericolo, con un punto esclamativo e, sotto, onde azzurre.
A me creano più sgomento queste iniziative di quotidiana, contorta e dispendiosa stupidità che i grossi fatti di cui ci si indigna, per dire: l’affaire Monte dei Paschi o i parlamentari alla Scilipoti. Segnali stradali come segni. Mi sgomentano perché mi ricordano quanto siano radicati la stupidità e il sadismo da regime (ho scritto da, non di: chi vuole capire, capisca), quanto sia capillare sul territorio la convinzione che, finita la stagione del paese di Bengodi, i problemi da adesso in avanti se li devono scazzare i cittadini. Da stasera se mi ribalto in auto, perché inghiottita da una voragine piena di acqua in mezzo alla strada asfaltata che mi porta a casa, sarà solo colpa mia. Il cartello appena piantato al margine della carreggiata (e al cui acquisto ho partecipato anch’io in quanto contribuente) sarà lì a fare da promemoria per conto delle istituzioni: “Te l’avevo detto”.  Pace e amen. Moltiplicate una piccola storia personale per l’intero territorio nazionale e per sessanta milioni di cittadini, e sentirete come me il bisogno di una ventata di primavera. Difficile credere che possa essere quella proposta da Grillo.
una-primula-non-fa-primavera
Che cosa vuoi mai, con tutta la pioggia che c’è stata non si poteva pretendere di fare numeri di visitatori”. Questo è il marzo più freddo, piovoso e nevoso degli ultimi 50 anni, nel mio giardino si sono rifiutati di fiorire i crochi (o lo hanno fatto sotto la neve e non li ho visti) e le scille bifoglie sono in ritardo di 20 giorni, ma il problema delle manifestazioni di giardinaggio non è questo. Il problema è articolato, passa dalla saturazione della gente che è pari all’esplosione di nuove mostre mercato. L’idea di qualcuno di fare business con manifestazioni a pagamento cozza contro l’idea dei possibili visitatori su come fare a sbarcare il lunario, altro che andare a vedere e comperare fiori e piante, per di più sotto l’acqua, con un freddo assassino, senza una buona reason why che almeno solletichi la curiosità… Il decollo della stagione in questo settore non è un granché, invece della partenza rombante di un jumbo sembra il tentativo di una mosca con le ali bagnate di alzarsi dal piano su cui è posata. Se si mette anche la primavera a fare i capricci, a risentirne sarà tutto il settore. Mancano idee, idee vere, entusiasmi veri, felicità vera di maneggiare le piante e coinvolgere altri in uno stato di grazia che non riesce neppure a sospettare chi non ha mai provato a stare in giardino con le mani sporche di terra e il cuore ripulito da tutto il letame che ci sta intorno. Evito di commentare i luoghi comuni che riguardano l’orto declinato nelle forme più bizzarre e improbabili. Ecco, spero che un giorno dei prossimi arrivi la primavera, un fiore di prunus che sboccia generi stupore, e un refolo di vento porti nelle città l’odore buono del letame maturo sparso nei campi misto all’aroma della terra umida, così almeno coloro che certe emozioni le hanno già provate possano ricordarsi di essere vivi ed esserne contenti.
una-primula-non-fa-primavera
AAttraverso il blog bene informato di Lidia Zitara sono arrivata a un sito che si chiama Intersezioni, organo di informazione dell’ordine degli agronomi e dei forestali di Milano. E ho letto di una legge fresca fresca di pubblicazione, la n.10 del 14 gennaio 2013 che, a detta dell’agronomo Luca Masotto estensore dell’articolo, “può costituire un punto di partenza per una nuova cultura italiana dell’albero e del paesaggio”. Non so se è il malumore che mi ha messo addosso il cartello di pericolo incontrato poco fa sulla strada di ritorno a casa, ma io non credo che sarà così. Anche perché ho messo in rubrica i molti modi in cui si esprime l’italica ipocrisia, e con quanta spensierata leggerezza questo Paese si pulisce la coscienza sporca con una facciata politically correct. Dalla giornata nazionale degli alberi (ogni anno il 21 novembre), a un albero piantato per ogni bambino nato (con estensione adesso ai bambini adottati) sino alla collaborazione pubblico privato, niente di nuovo. Esiste tutto da molto tempo e se ancora siamo qui a chiederci che albero è il tiglio rimasto a memoria di un viale urbano eliminato, vuole dire che non ha funzionato presentare così le cose. Sarebbe primavera pensare che ad aprile portano i bambini delle elementari a fare scuola nel prato (con la guida di un naturalista, non delle maestre), i ragazzi delle superiori a fare la gita scolastica per tre giorni nei giardini storici, i cassintegrati a fare lavori davvero socialmente utili nelle aiuole spartitraffico abbandonate al loro destino come se fosse il diktat di Gilles Clément in vena di sperimentare l’efficienza delle erbe vagabonde… Invece niente di tutto questo. Rifacciamo leggi per l’ennesima volta, come se bastasse a compiere un miracolo. A mio parere il miracolo è possibile solo crescendo giorno dopo giorno con la convinzione, trasmessa da chi ci crede davvero, che un bosco è indispensabile per l’ecosistema in cui viviamo, il verde migliora la qualità della vita, un parco in città è un polmone, un orto scolastico un prezioso maestro di vita e benessere.

Read Full Post »

La foto della testata del blog dal 28 febbraio 2011
…e poi arriva marzo

Stasera mi sono accorta che, nonostante questo lunedì di neve non più prevista né tanto meno desiderata, con oggi anche febbraio se ne va. E il pensiero è stato: se sto brava e giudiziosa meno di due settimane, poi avrò in premio Milis, la prima mostra di giardinaggio della stagione, un bel sole di Sardegna per intiepidire le ossa e l’opportunità di lustrare gli occhi con la solarità degli agrumi, i campi di carciofi, le erbe fiorite dei bordi di strada e delle spiagge. Non vedo l’ora. Così rinnovo la testata del blog per non lasciar cominciare marzo senza una ventata di rinnovamento (e di speranza di togliermi l’inverno di dosso quanto prima) con una foto scattata nell’antico agrumeto di Vila Pernis dove si svolge la manifestazione. La testata è un omaggio a Primavera in giardino, che sa fare miracoli con un budget piccolissimo e metodi di progettazione partecipata. In un bel posto sereno, con bella gente curiosa e interessata. Insomma, la presente vale come invito. Appuntamento il 12 e 13 marzo a Milis, provincia di Oristano. Tutto su www.primaveraingiardino.it

Read Full Post »

Come sempre è un elenco in divenire, passibile di aggiunte e modifiche in ogni momento dell’anno. Chi non è stato segnalato può sempre mandarmi una mail con le indicazioni utili perché io possa farlo.

- 15-16 gennaio corso di potatura delle rose organizzato dal vivaio Le rose di Piedimonte e tenuto da Maurizio Usai nel giardino Lizza a Monticelli (Todi). Info www.rosedipiedimonte.it/attivita.php e rosedipiedimonte@tiscali.it e cell. 348 3627467

- 16 gennaio a Torriglia (Ge) nella sede scientifica del Parco dell’Antola, che ha patrocinato la manifestazione insieme alla Rete nazionale Semi Rurali, il Consorzio della Quarantina promuove la quarta edizione di Mandillo dei Semi, una giornata per scambiare sementi autoprodotte di ortaggi e cereali, marze di varietà da frutta locali, lieviti per l’autonomia familiare (madri dell’aceto, del pane, dello yogurt). Ingresso riservato ai soci del Consorzio della Quarantina o su invito.  Info qui.

- 22 gennaio – 26 febbraio alla Scuola Agraria di Monza 3 corsi di 12 ore su giardinaggio di base, frutteto familiare, composizione floreale. Info www.monzaflora.net e info@monzaflora.it

- 29 gennaio e 5, 12, 19 febbraio corso teorico-pratico di potatura delle rose al vivaio La Campanella di Cervarese (Pd). Info sul sito vivaiolacampanella.com/eventi.php e info@vivaiolacampanella.com, tel 049 9910905.

- 29-30 gennaio a Bormes les Mimosas (Francia, Costa Azzurra) quindicesima edizione di Mimosalia, mostra di giardinaggio quest’anno con le palme protagoniste. Info qui e per telefono al n. 0033-4-94013838.

- 3-6 febbraio Florexpo salone del florovivaismo alla Fiera di Roma. Info qui.

- 5-6 febbraio Vivaisti nella neve, ritiro verde invernale organizzato da Adipa Emilia Romagna nella cornice del giardino botanico Nova Arbora di Sasso Marconi. Un’occasione di scambio di conoscenze ed esperienze fra appassionati e professionisti sul tema “Il giardino di Darwin, un viaggio nell’evoluzione delle piante” con i i vivaisti Mario Mariani, Valerio Gallerati, Fabio Giani e Maria Cristina Grandi. Info www.novarbora.com e info@novarbora.com.

- 5-6 febbraio Festa della violetta a Toulouse, città del sud-ovest francese che ha una lunga tradizione di coltivazione di questo fiore. Info qui.

- 5-7 febbraio a Torino Lingotto Fiere Campus – Salone della nuova agricoltura. Info www.campus-agricoltura.it

- 5, 13 e 19 e 27 febbraio ritornano i corsi di potatura delle rose nel vivaio   Rosebacche di Maurizio Feletig a Arignano (To). Info al n. 011-9462377 oppure 349-5630513, www.rosebacche.it

- 8 febbraio-31 marzo Middleton Place, Charleston,  South Carolina (USA). Passeggiate organizzate nei giardini con i camelieti più antichi d’America (‘Reine des Fleurs’ del 1786 una delle prime). Le visite si tengono ogni martedì, giovedi e sabato. Il programma completo e dettagliato  su www.middletonplace.org

- 18-20 febbraio Plantarum aetnae – Salone regionale del Florovivaismo Mediterraneo al Centro fieristico Le Ciminiere di Catania. In mostra il vivaismo ornamentale siciliano, con oltre 150 espositori. Info 095-351253 e www.plantarumaetnae.com.

- 26-27 febbraio nel quartiere fieristico di Ferrara quinta edizione di Pollice Verde con 250 espositori. Info tel. 049-9832150 e www.polliceverdefiera.it e info@polliceverdefiera.it

- 4-6 marzo a Piacenza trentesima edizione di Seminat, mostra mercato delle piante ornamentali e agrarie, florovivaismo, sementi ed attrezzature per giardinaggio e orticoltura amatoriale. Info www.seminat.it

- 5 marzo al Vittoriale degli Italiani a Gardone Riviera Giornata del Cipresso. Info qui.

- 5-7 marzo a Villa Fiorentino, Sorrento (Na) XII edizione della Mostra della Camelia visitabile fino a lunedì 7 marzo. Info: Fondazione Sorrento

- 5-13 marzo a Pordenone “Ortogiardino”, salone della floricoltura, vivaistica e orticoltura e terza edizione di “Il Giardino delle meraviglie”, salone degli arredi e dei decori per giardini e terrazze. Fiera di Pordenone, www.ortogiardinopordenone.it.

- 6 marzo come da tradizione, nel vivaio Susigarden ad Ajello del Friuli  la prima domenica di marzo si svolge la festa di porte aperte per presentare le novità della nuova stagione. Si guarda, si acquista, si mangiano cose buone e si chiedono consigli per il giardino. Info: tel 0431-973417 www.susigarden.com e info@ susigarden.com

- 12-13 marzo “Primavera in giardino” a Milis (Oristano) nell’antico agrumeto di Villa Pernis undicesima edizione della mostra di giardinaggio che inaugura la primavera. Mostre e incontri sul tema, paesaggismo, pittura botanica, libri, produttori locali, laboratorio verde per i bambini, banca scambio, visite guidate agli antichi agrumeti e al centro storico di Milis. Info www.vivaioicampi.it tel 0783-51531 e www.primaveraingiardino.it

- 12-27 marzo a Sant’Andrea di Compito –  Capannori (Lu) XXII mostra delle Antiche camelie in Lucchesia. Info www.camelielucchesia.it

- 13 marzo a La Tacita di Roccantica (Rieti) Un giorno pieno di rose, incontro con esperti ottenitori e vivaisti. Info: www.latacita.it, info@latacita.it e tel. 0765-63626.

- 18-20 marzo prima edizione della Fiera di Vita in Campagna per gli appassionati di orto, giardino, frutteto vigneto e piccoli allevamenti. Centro Fiera del Garda di Montichiari (Brescia) Info fiera@vitaincampagna.it e www.informatoreagrario.it

- 18-20 marzo a Riccione torna Giardini d’Autore a Villa Lodi da Fè. Al centro dell’attenzione di questa edizione: piante afrodisiache, la distillazione dell’arancio, e il progetto Green Carpet con le nuove tendenze del design. Info www.giardinidautore.net e tel. 0549-905618.

- 18-20 marzo a Velletri (Roma) diciasettesima Festa delle Camelie nel centro storico della città, chiamata “città delle camelie”. Il programma dettagliato su sito del comune di Velletri

- 19-20 marzo a Firenze preso il vivaio Paoli e Borgioli nona edizione di E’ l’ora di piantarla, rassegna di vivaismo specializzato dei vivai Vispi, con un’esposizione di ortaggi insoliti e ornamentali e la presenza di Campagna amica di Firenze. info qui e tel 055-715885.

- 19-20 marzo porte aperte nel vivaio di erbacee perenni Leonelli a Castelletto sopra Ticino (No). Info www.fratellileonelli.it, info@fratellileonelli.it e tel. 0331-973421

- 20 marzo diciannovesima edizione di Montelupo in fiore nel centro storico di Montelupo Fiorentino, la città della ceramica. Info www.tuscanytouring.net

- 20 marzo ventunesima edizione di Correggio in fiore. Info www.prolococorreggio.it

- 25-27 marzo quarta edizione di “Verdemura” a Lucca. Info tel 0583-442160 e 0583- 583086 e www.murabilia.com.

- 26-27 marzo a Saluzzo prima edizione di Ramuliva alla ex Caserma Russo. Info www.fondazionebertoni.it e tel. 331-2165948

- 26-27 marzo Mostra Nazionale della Camelia a Verbania Pallanza, Villa Giulia. Info www.camelieinmostra.it e tel 0323-503249

- 26-27 marzo a Milano, in piazza San Marco, XXVII edizione di Floralia, un week end di solidarietà con fiori, prodotti della natura e altro. Info su www.floraliamilano.org.

- 26-27 marzo a Villa Durazzo a Genova XXIV edizione della mostra ligure della camelia. Tel. 010-666864 e qui.

- 26-27 marzo in Francia, sulla Costa Azzurra a Sophia Antipolis, ventiduesima festa dei giardini a cui partecipano anche vivaisti italiani. Tema di quest’anno le piante mellifere. Info sgim@jardinsud.com, tel 0033-04-93745652

- 27 marzo-1 maggio sesta edizione del Festival dei narcisi a Villa La Pescigola a Fivizzano (Ms). Un giardino di fascino antico in Lunigiana si ammanta di narcisi. Info www.villapescigola.com, greatgarden@libero.it e tel 0187-610312 e 340-8556213.

- 30 marzo- 3 aprile a Locarno quattordicesima rassegna internazionale della camelia al Parco delle Camelie dove saranno in piena fioritura ben 900 varietà di camelie da collezione e più di 300 varietà di camelie recise. Info www.ascona-locarno.com.

- 1-3 aprile a Gorizia  Pollice Verde, settima esposizione-mostra mercato
per il giardinaggio e la vita all’aria aperta. Info www.udinefiere.it info@udinegoriziafiere.it e tel 0432.4951

- 1-3 aprile seconda edizione di Fior di città. Pisa in fiore 2011 nel centro storico, Giardino Scotto, Stazione Lepolda di Pisa. Info www.pisainfiore.it

- 1-3 aprile in Francia Fete des plantes vivaces al castello di Saint Jean de Beauregard con 200 espositori. Tema di quest’anno le piante che si fanno gioco del freddo. Info tel 0033 01 06 12 00 01 e www.domsaintjeanbeauregard.com

- 2-3 aprile a Cesano Boscone (Mi) Giardini nel tempo nella nuova location che sostituisce quella di Cusago degli anni scorsi. Info www.giardinineltempo.it e info@giardinineltempo.it

- 2-3 aprile a Valverde (Ct) prima edizione di Ciuriciuri, mostra di vivai collezionisti siciliani pensata per essere itinerante e in epoche diverse. Info www.ciuriciuri.net

- 2-3 aprile quinta edizione di Le camelie del chiostro al convento di Nicosia presso Calci (Pisa) con visita ad alcuni giardini di ville calcesane. Info sul sito dell’associazione.

- 2 aprile–1 maggio dodicesima edizione di Messer Tulipano al Castello di Pralormo (To). Info www.contessapralormo.com

- 3 aprile a Brescia  seconda edizione di Brixia Florum che veste di verde Corso Zanardelli con le produzioni vivaistiche bresciane. Info www.florovivaistibs.it e tel 335-7708829

- 5 aprile-9 maggio solo di domenica e nei giorni festivi Fiori e colori di primavera,  occasione per piacevoli passeggiate nel verde del parco della Fondazione Minoprio e per imparare i segreti del giardinaggio. Info nel sito della Fondazione.

- 8-10 aprile a Salerno undicesima edizione della Mostra della Minerva alla Villa Comunale. Per info www.giardinodellaminerva.it.

- 9 aprile- 8 maggio a Villa Carlotta a Tremezzo (Co) mostra delle camelie risorgimentali. Info www.villacarlotta.it

- 9-10 aprile a Camaiore (Lu) seconda edizione di E’ la via dell’orto – festa degli orti, delle sementi, delle erbe e delle erbarie nelle vie e nelle piazze del centro storico. Fresca e originale manifestazione sul tema dell’orto, quest’anno pone al centro dell’attenzione il fagiolo. Info tel 0584-986204, www.comune.camaiore.lu.it e turismo@comune.camaiore.lu.it

- 9-10 aprile Fiori nella Rocca a Lonato del Garda (BS). Quarta edizione nella rocca visconteo-veneta della Fondazione Ugo da Como. Info www.fiorinellarocca.it e tel. 030-9130060

- 9-10 aprile a Noale, in provincia di Venezia, trentaduesima edizione di Noale in fiore. Info tel. 041-440805 www.proloconoale.it e proloconoale@libero.it

- 9-10 aprile a Cusago  nuova manifestazione Cusago in fiore. Info www.prolococusago.org info@prolococusago.org e tel.349-3108542

- 10 aprile tradizionale festa dei fiori e dei colori di primavera al Monastero di Torba, Gornate Olona (Varese). Info tel. 0331-820301 e www.fondoambiente.it

- 10 aprile a Milano Fiori sul Naviglio organizzata dall’Associazione del Naviglio Grande. Info qui.

-15 aprile inaugura la zona orto e frutteto della Reggia di Venaria Reale che fa il verso al Potager du roi di Versailles, chissà se le “scenografiche composizioni di ortaggi e fioriture, giochi d’acqua e gallerie verdi” riusciranno a placare l’indignazione per la gestione delle piante nelle altre parti del giardino. Info www.lavenaria.it

- 15-17 aprile Nel segno del giglio a Colorno (Pr) . Info: AR.TU. tel. 0521.282431 – 0521.235708 e IAT c/o Reggia di Colorno tel 0521/313336  e inoltre ufficio.turistico@comune.colorno.pr.it

- 15-17 aprile decima edizione di Este in fiore ad Este (Pd) rassegna del vivaismo ornamentale nazionale di qualità. Info www.esteinfiore.itesteinfiore@comune.este.pd.it e tel. 0429.617.539

- 15-17 aprile seconda edizione di “Voglia di primavera” mostra mercato presso il vivaio Taroni di Roma con incontri e miniconferenze con i vivaisti. Info www.vivaiotaroni.com e vivaiotaroni@gmail.com, tel 348-8804598

- 16-17 aprile seconda edizione di Seveso in Fiore nel bosco delle querce che ha risanato il drammatico incidente dell’Icmesa. Info www.boscodellequerce.it e sevesoinfiore@gmail.com

- 16-17 aprile al Castello Strassoldo di Cervignano del Friuli (Ud) quattordicesima edizione di In primavera: fiori acque e castelli. Info tel. 0431-93217, www.castellodistrassoldo.it e info@castellodistrassoldo.it

- 16-17 aprile “Horti Tergestini”, Mostra Mercato di Piante e Arredi per il Giardino, Parco San Giovanni, Trieste. www.hortitergestini.it. Tel 040-215031

- 16-17 aprile in Francia a Sérignan du Comtat, nel Vaucluse, tredicesima edizione della mostra mercato Plantes rares et jardin naturel. Info sul sito della manifestazione e 0033 – 06 30 24 45 31 e info@plantes-rares.com.

- 17 aprile al pomeriggio anteprima di visita di Corpo Vegetale, nuova opera d’arte ambientale per l’area verde del PAV, Parco Arte Vivente di Torino, che verrà inaugurata il prossimo 2 luglio. Info 011-3182235, www.parcoartevivente.it e info@parcoartevivente.it

- 17 aprile-22 maggio seconda edizione di Giardini a Bassano nelle vie e nelle piazze di Bassano del Grappa. Quest’anno il tema sarà l’Unità d’Italia nel 150° anniversario, con 18 giardini allestiti. Info www.prolocobassano.it/giardini-a-bassano/218-giardini-a-bassano-2011

- 22 aprile-1 maggio a Genova torna Euroflora, manifestazione di veterogiardinaggio sopravvissuta ai tempi e alla crescita della cultura del giardino in Italia. Ma così è. Info www.euroflora2011.it e tel 010-9815111.

- 22-25 aprile Primavera alla Landriana (Tor San Lorenzo Ardea, Roma).  Info www.aldobrandini.it e tel. 0396081532

- 23-25 aprile settima edizione di Florarte sul tema “Il fiore e le piante nella natura e nell’arte” alla Villa Cavazza-Corte della Quadra di Bomporto (Mo). Info quiwww.villacavazza.it

- 23 aprile-1 maggio a Levico Terme (Tn) torna Ortinparco nel parco delle Terme. Orti temporanei allestiti, laboratori, teatro, poesia. Info: Servizio Conservazione della Natura e Valorizzazione Ambientale della Provincia tel. 0461 706824 – 0461 496123 e  parco.levico@provincia.tn.it e www.naturambiente.provincia.tn.it

- 25 aprile – 1 maggio edizione primaverile  della mostra dei fiori al Giardino dell’Orticoltura Firenze. Info qui.

- 28 aprile-1 maggio Tre giorni per il giardino al castello di Masino (Caravino, presso Ivrea). Ventesima edizione. Info qui, faimasino@fondoambiente.it e tel. 0125-778100.

- 28 aprile-2 maggio ad Arenzano, nella serra monumentale del Parco Negrotto Cambiaso l’arte interpretata con i fiori  nella dodicesima edizione di Florarte. Info www.florartearenzano.com e info@florartearenzano.it

- 6-8 maggio Orticola, sedicesima edizione nei giardini pubblici di via Palestro a Milano. Info www.orticola.org

- 7-8 maggio Festa di primavera nel vivaio di rose antiche Rosae a Manta (Cn), con concerti, reading di poesia, piccoli eventi d’arte e merenda per tutti. Info info@giardinodeisemplici.eu, www.giardinodeisemplici.eu e 347-7617987

- 7-8 maggio a Borgomanero (No) l’intero corso Mazzini e il cortile della galleria Borgo Arte si vestono con una mostra di rose in fiore  che dialogano con quelle dipinte della pittrice Chiara Cerati.

- 7-8 maggio a Imola (Bo) porte aperte nel vivaio di rose Vivaverde con il titolo Rose antiche e frutti di ieri e di oggi. Info www.vivaverde.it, info@vivaverde.it e tel 349 2382834

- 7-8 maggio festa dei fiori a Greve in Chianti. Info www.comune.greve-in-chianti.fi.it

- 7-8 maggio a Castel Giuliano di Bracciano (Roma) XVI edizione della Festa delle Rose, mostra – mercato dedicata esclusivamente alle rose e alle piante da giardino nello scenario del giardino segreto di Palazzo Patrizi. Info tel 06-99802530.

- 13-15 maggio a Cazzago San Martino (Brescia) Franciacorta in Fiore a Palazzo Bettoni Cazzago e Palazzo Guarneri. Le rose declinate in tutti i modi protagoniste di questa tredicesima edizione. Info www.franciacortainfiore.it tel. 030-7750750 e segreteria@franciacortainfiore.it.

- 13-15 maggio seconda edizione di Floracult ai Casali del Pino, a La Storta, Roma, in una azienda agricola biologica all’interno del Parco di Veio. Info www.floracult.com e tel. 345-9356761.

- 14-15 maggio al Castello del Buonconsiglio di Trento mostra “Arte floreale. La decorazione dei fiori nei secoli” organizzata dal Garden Club Trento con la supervisione della famosa maestra Giusi Ferrari Cielo. La Sala Grande sarà maestosa cornice di un percorso di composizioni floreali in stile a partire dall’epoca romana sino allo stile liberty. Nela Sala Specchi alcune tavole habillée, proposta e ricerca di gusto e armonia d’insieme. Info 338-4641181.

- 14-15 maggio Villa Da Schio in Fiore a Costozze di Longare (Vi) in uno dei grandi giardini storici veneti. Info www.verderame-giardini.com e 348-4400514

-14-15 maggio seconda edizione di Aregai in Fiore nel porto turistico di Marina degli Aregai a S. Stefano al Mare (Imperia). Info www.aregainfiore.it

- 14-15 maggio Lizza in Fiore a Siena, mostra mercato di piante, fiori e accessori per il giardinaggio. A cura della Società Toscana di Orticultura.

- 14-15 maggio a Castelletto sopra Ticino (No) porte aperte sul tema delle rose nel vivaio Leonelli. Info www.fratellileonelli.it, info@fratellileonelli.it e tel. 0331-973421

- 15 e 22 maggio apertura del giardino di Palazzo Malingri di Bagnolo (Cn) in occasione della fioritura di rododendri e azalee. Info www.castellodibagnolo.it

- 20-22 maggio a Merate (Lecco) prima edizione di Flori@Cultura, tre giorni di appuntamenti e iniziative culturali e una mostra mercato di fiori e piante nella cornice di Villa Confalonieri. Info florietcultura@comune.merate.lc.it e www.florietcultura.com

- 20-22 maggio nelle vie più suggestive del centro storico di Grado prima edizione di ‘Fiori e profumi… tra cielo e mare’, mostra-mercato che inaugura la stagione dei fiori e dei turisti nella ambiziosa cittadina friulana, in attesa della visita della giuria internazionale Entente Florale Europe. Info tel  049-662043 e 348-4400514, www.verderame-giardini.com

- 20-22 maggio a Perugia quarta edizione di Perugia Flower Show ai giardini del Frontone. Info tel 075 9662643 www.perugiaflowershow.com e info@perugiaflowershow.com

- 20-22  maggio a Roma, Auditorium Parco della Musica prima edizione di Giardininterrazza. Info www.giardininterrazza.com, info@giardiniinterrazza.com e tel 06-32651061

- 20-22 maggio nona edizione di Ipomea del Negombo nel Parco idrotermale del Negombo di Lacco Ameno nell’isola di Ischia. Info sul sito www.negombo.it

- 21-22 maggio a Sovico, in Brianza a nord di Monza, in concomitanza con la notte verde, prima edizione di Verdiamoci a Sovico mostra sul verde ornamentale, l’agricoltura, l’ambiente e gli stili di vita sostenibili con oltre 100 espositori. Previsti numerosi laboratori e animazioni per bambini e adulti. Info www.verdiamociasovico.it, verdiamociasovico@gmail.com e tel. 335-6634861 – 348-4686999

-21-22 maggio porte aperte nel vivaio Floricoltura Fenix di Besana Brianza (in provincia di Monza) sul tema “I colori del blu”. In primo piano le campanule e tutte le altre piante perenni e annuali in tono che sono la passione dal vivaio. Info 328-7025838 e www.floricolturafenix.it

- 21-22 maggio sul lago di Garda a Bogliaco di Gragnano (Brescia) undicesima edizione di Il giardino di delizia nel giardino del palazzo Bettoni Cazzago. Info  030-3772521 e 393-9569738

- 21-22 maggio a Bassano del Grappa  Rose a Villa Giusti, nona edizione organizzata dalla Fondazione Domenico Tolio con mostra mercato e iniziative collaterali sul tema delle rose. Info: www.villagiusti.net/news_ita.htm  info@villagiusti.net / 0424-1942474 e  339-3935222

- 26-29 maggio in Sicilia a Caltagirone In giardino, mostra mercato al Museo delle Ville Storiche. Info www.ingiardino.org, musei-civici@comune.caltagirone.ct.it e tel. 338-9583620

- 27-29 maggio a Capezzano Pianore (Lu) quarantaquattresima edizione di “Demetra – Rassegna della fragola, dei fiori e dei prodotti della terra” per festeggiare l’arrivo dell´estate. Sede della manifestazione, a ingresso gratuito, è il maestoso quanto sconosciuto parco ottocentesco, opera dell’architetto paesaggista Deschamps, di Villa Le Pianore appartenuta ai Borbone Parma. Info: tel 0584-986204 e 329-2304832 e turismo@comune.camaiore.lu.it

- 27-29 maggio nell’Orto Botanico della Facoltà di Agraria di Portici (Na) ottava edizione della mostra mercato Mediterraneo e dintorni. Info www.mediterraneoedintorni.com, www.ortobotanicoportici.unina.it,  e-mail ortobotanicoportici@unina.it e tel. 081-7755136 – 333-5214704.

- 28-29 maggio a Pianiano in provincia di Viterbo, al limite della maremma tosco-laziale, quinta edizione di Al di là del giardino che si propone di dare spunti di arredamento per  i piccoli e grandi spazi verdi. Info www.aldiladelgiardino.it info@aldiladelgiardino.it e tel 333-9522700

- 28-29 maggio a Busca in provincia di Cuneo, nel parco del Castello del Roccolo ottava edizione di “Flora” mostra mercato sul tema “profumi provenzali negli orti e nei giardini piemontesi”.  Info www.flora-roccolo.it

- 29 maggio seconda edizione di Borgo in fiore a Sansepolcro (AR)

- Tutti i fine settimana di giugno per chi è in viaggio o vive in Sardegna porte aperte al vivaio I Campi di Milis (Or) per ammirare la fioritura di oltre 200 varietà di emerocallis e il bel giardino in cui sono in vendita.  Info www.vivaioicampi.it, info@vivaioicampi.it, tel 0783-51531

- 2-5 giugno terza edizione di Cittanova Floreale in provincia di Reggio Calabria. Tra mare e monti, un parco comunale ottocentesco cerca attraverso il verde e la festa una strada di riscatto collettivo. Previsti per i visitatori pacchetti turistici per il fine settimana. Info ruggiero1880@gmail.com e www.carloruggiero.altervista.org

- 3-5 giugno a Civitavecchia (Roma) presso il Forte Michelangelo mostra mercato florovivaistica e arredo giardino chiamata  “Forte… flora!”. Info www.alparcoconflora.it, flosmar@alice.it e tel 333.7467316

- 3-5 giugno a  Fehérvárcsurgó in Ungheria  settima edizione di L’arte del giardino, la prima mostra di giardinaggio ungherese in uno spirito europeo. Quest’anno ospiti d’onore Polonia, Ungheria e Francia, ospiti speciali La Turchia e il Marocco. Info Fondazione Joseph Karolyi, www.karolyi.org.hu, angelica@karolyi.org.hu   tel. 00 36 21 311  04  26

- 4-5 giugno Gardening in collina a Montaldo Bormida nell’Alto Monferrato. Info tel 014385141 e www.gardeningincollina.com, e-mail  info@gardeningincollina.com

- 4-5 giugno quarta edizione di Il verdepiano a San Giorgio in Piano (Bo). Info 338-7631624, www.ilverdepiano.com e info@ilverdepiano.com

- 4-5 giugno a Carruba di Giarre (Ct) presso il vivaio Malvarosa torna la mostra itinerante Ciuriciuri. Info www.ciuriciuri.net

- 5 giugno a Castel dei fiori, borgo medioevale in provincia di Terni, terza edizione di una mostra mercato di giardinaggio con atelier di composizione floreale, erboristeria, presentazione di libri. Info sig.ra Daniela Fortuna, tel 763-837752.

- 11-12 giugno Costa d’argento in fiore a Orbetello

- 19 giugno nel vivaio di Maurizio Feletig ad Arignano (To) corso teorico-pratico sulla riproduzione delle rose. Per informazioni e iscrizioni tel. 011 9462377  –  349 5630513 e info@rosebacche.it

- 25 e 26 giugno torna nel borgo di Rollo, nella Liguria di Ponente presso Andora (SV), la Festa delle Erbe. Con una misura e un piacere che si vorrebbe in tutte le manifestazioni di settore, sotto gli olivi a raccontare e ascoltare storie di piante e di piatti, quest’anno anche con la partecipazione dei pescatori e di Slow Food. Info 339-7233272,  www.festadelleerbe.net    www.comune.andora.sv.it

APPUNTAMENTI AUTUNNO 2011

- 27-28 agosto sul lago Maggiore terza edizione di “E ora piantiamola sul lago”. Presso il vivaio Le orchidee del lago Maggiore a Lesa si incontrano i vivai aderenti all’associazione Vispi. Info tel 340-5149139.

- 2-4-settembre dodicesima edizione di Murabilia – Murainfiore a Lucca, sulle mura urbane. Quest’anno protagoniste le piante dorate, le graminacee e le plumerie. Info www.murabilia.com, murabilia@murabilia.com e tel 0583-442160/583086

- 8 settembre-8 dicembre nel Mantovano quindicesima edizione “Di zucca in zucca” per celebrare la zucca in tutti i suoi aspetti. Info Tel. 0376 324889   info@agriturismomantova.it e www.agriturismomantova.it.

- 9-11 settembre  chiostro medioevale di Voltorre presso Varese, esposizione internazionale di orchidologia, conferenze a tema, seminari e corsi. Info presso l’ALAO, info@alao.it e tel. 0332-252111.

- 10-18 settembre I giardini del Benaco sul lago di Garda: 10-11 mostra mercato a Salò, il  fine settimana successivo a Limone sul Garda e contemporaneamente anche la seconda rassegna internazionale del paesaggio e dei giardini a Gardone Riviera. Info www.igiardinidelbenaco.it

- 10-11 settembre terza edizione di Seveso in fiore al Bosco delle Querce . Info: www.comune.seveso.mb.it e sevesoinfiore@gmail.com, segreteria_delibere@comune.gardoneriviera.bs.it e 0365 294605

- 10-11 settembre a Calvi dell’Umbria (TR) undicesima edizione della mostra-mercato “Tra pomi e fiori ”. Info 333-6841760 e 0744-710119 e www.piccolemostre.altervista.org

-  10-11 settembre a Mentone le tradizionali Journées Méditerranéennes du Jardin alla ventunesima edizione con i giardini della Costa Azzurra e della riviera dei fiori ligure con visita guidata di numerosii giardini. Info Ufficio Turismo di Mentone tel 033- 4-92417676 e www.jardins-menton.fr/Journees-Mediterraneennes-du

- 11 settembre all’abbazia dei sette frati di Pietrafitta, Perugia, prima edizione di Herbae volant – Aromi, erbe e magie nell’aria. Info www.abbaziasettefrati.info e herbaevolant@gmail.com e tel.347-9453188 e 320-8443933

- 15-17 settembre a Padova Flormat il salone del florovivaismo dedicato ai professionisti, ma ormai quasi solo una stanca ripetizione. Info www.flormart.it

- 16-18 settembre nona edizione de La conserva della neve sul filo delle nuove forme di arte e architettura del paesaggio e della biodiversità vegetale. Parco dei Daini a Villa Borghese, Roma . Info www.laconservadellaneve.it  info@laconservadellaneve.it e tel 393 5305554

- 16-18 settembre Festa del Cactus al Parco delle emozioni a Bologna, sesta edizione della più importante mostra-mercato d’Italia dedicata alle piante succulente da collezione e non. Info www.festadelcactus.it e info@festadelcactus.it, tel. 051-0826259

- 17-18 settembre a Vanzo di San Pietro Viminario (Pd) quinta edizione di Vanzo Floreale a villa Giustiniani. Info www.villavanzo.com, info@villavanzo.com, tel 0429.719202 e 335.6049183

- 17-18 settembre nel parco di Villa Lodi da Fé a Riccione la mostra Giardini d’Autore in versione autunnale, quest’anno tra l’altro con una collezione di cavoli provenienti da tutta Europa e la possibilità unica di visitare i giardini locali che furono disegnati da Pietro Porcinai . Info www.giardinidautore.net, info@event-studio.it e tel 0549-905618 – 339-7028961

- 17-18 settembre porte aperte a Treviso nel vivaio di erbacee perenni Priola con alcuni vivai ospiti e le fioriture di erbacee perenni autunnali al massimo. Informazioni: info@priola.it e www.priola.it

- 17-18 settembre festa in vivaio presso il Vivaio-giardino Millefoglie di Lessolo (To) sulle note di Francesco Guccini: “..Settembre è il mese del ripensamento sugli anni e sull’età, dopo l’estate porta il dono usato della perplessità…”. Ospiti alcuni vivai amici e un laboratorio di ceramica. Info www.vivaiomillefoglie.it, info@vivaiomillefoglie.it, 333-7276955

- 18 settembre nel giardino privato del Castelletto di Villa Arnò ad Albinea (RE) Arte in orto, mostra mercato, laboratori e visita del giardino: Info arteinorto.blogspot.com/2011/04/il-programma.html e tel 347-5636595

- 24-25 settembre a Guastalla (RE) quindicesima edizione di Animali e Piante Perduti. Info IAT tel 0522-219812, iatguast@libero.it e www.pianteeanimaliperduti.it

- 24-25 settembre a Celle Ligure torna Fiori frutti qualità – Ortoflorovivaismo e biotecnologie al servizio dell’ambiente. Info IAT Celle Ligure tel 019-990021, www.fiorifruttiqualità.it e info fiorifruttaqualita@libero.it

- 24-25 settembre nel castello Colleoni di Thiene (Vi) Viridalia, due giorni di orchidee, piante da giardino e arredi. Info www.comune.thiene.vi.it

- 24-25 settembre a Schio (Vi) sesta edizione di Orchidee Giardino Jacquard mostra di orchidee, bonsai e altre piante e un nutrito calendario di attività e eventi collaterali. Info su questo sito.

- 30 settembre-2 ottobre a  Cernobbio (Co) Orticolario a Villa Erba. Info www.orticolario.com

- 1-2 ottobre Frutti Antichi al castello di Paderna (Pc) organizzata in collaborazione con il FAI di Piacenza. Da sedici anni riferimento di stile e atmosfera. Info 334-9790207 e 0523-330811, www.fruttiantichi.com, delegazionefai.piacenza@fondoambiente.it e fruttiantichi@alice.it.

- 7-9 ottobre Autunno alla Landriana. Incrociando le dita perché la mostra serva a mantenere desta l’attenzione di tutti su un grande giardino che si indovina in difficoltà. Info www.landriana.cominfo@landriana.com e tel 039.6081532

- 8-9 ottobre a Lastra a Signa (Fi) prima edizione di Botanica – Prima mostra mercato di piante rare e da collezione a Villa Caruso. Info www.villacaruso.it, tel. 055 8721783 (di mattina).

- 8-9 ottobre a Susegana (Tv) seconda edizione di Flor-Art nel castello di San Salvatore. Poche piante, molto artigianato, bello scenario. Info www.flor-art.it, info@flor-art.it e tel 049-8364188

- 8-9 ottobre porte aperte a Treviso nel vivaio di erbacee perenni Priola. Informazioni: info@priola.it e www.priola.it

- 8-9 ottobre edizione autunnale di Nel segno del giglio alla Reggia di Colorno (PR). Info  AR.TU. tel. 0521.282431 – 0521.235708 e IAT c/o Reggia di Colorno tel 0521/313336  e inoltre ufficio.turistico@comune.colorno.pr.it

- 14-16 ottobre a Livorno prima edizione di Harborea – festa delle piante e dei giardini d’Oltremare nel parco di Villa Mimbelli. Un’occasione per fare il punto sulle piante arrivate da lontano ed entrare nei segreti di una antica città di mare di grande vitalità. Info www.harborea.com, tel. 335-61157215 e tel. 320-8887044

- 14-16 ottobre a Cagliari, Parco di Monte Claro, prima edizione di I valori del verde, tre giornate dedicate al giardino, all’orto, al verde pubblico e privato, con seminari ed esposizioni. Info www.ivaloridelverde.it, info@ivaloridelverde.it, Maurizio Usai 333-2328592.

- 22-23 ottobre al castello di Masino Due giorni per l’autunno. Info www.fondoambiente.it, faimasino@fondoambiente.it e tel. 0125-778100

- 22-23 ottobre al castello di Strassoldo –  Cervignano del Friuli  Frutti, acque e castelli. Info: www.castellodistrassoldo.it, tel 0431 93217

- 29-30 ottobre a Palermo, presso l’orto botanico, ritorna con la seconda edizione la mostra mercato La zagara. Info tel. 339-5021024, 328-3842785, 333-3609481.

Read Full Post »

Ho finito di spedire l’ultimo comunicato stampa che ho preparato per Murabilia, la mostra di giardinaggio che aprirà i battenti questo venerdì a mezzogiorno sulle mura di Lucca. Meglio che lo dica subito, che ci collaboro, così nessuno può insinuare deduzioni gratuite sulle considerazioni che mi accingo a fare, in tempo per la ripresa autunnale del convoglio che di settimana in settimana, tra settembre e ottobre, percorre la penisola con il suo carico di piante e di idee. Ed è appunto con Murabilia che si va a cominciare.
Chiunque  frequenti questo ambiente è tentato di stilare classifiche delle manifestazioni di settore: lì c’è gente danarosa e attenta che dà soddisfazione ai vivaisti, là hanno il biglietto d’ingresso tanto caro che per una famiglia passarci la domenica è una follia, nei sancta sanctorum ormai non fanno più niente di culturale, a volte certe mostre di giardinaggio di paese si rivelano deliziosi salottini, e via discorrendo. E io, nonostante sia per lavoro che metto il naso in un gran numero di questi luoghi, o forse proprio per questo, indossando i panni del visitatore mi sono fatta un’idea di che cosa funziona e che cosa no perché le mostre di giardinaggio svolgano il  ruolo, che a mio parere dovrebbero sempre avere, di promozione e crescita del mondo del verde in Italia e mai di promozione delle tasche di qualcuno o della fama di qualcun altro, come invece qui e là succede (anche con sussiegosi, quanto ridicoli, toni da “lei non sa chi sono io”).

Se nei giorni di Murabilia potessi sdoppiarmi e triplicarmi, sceglierei: - di seguire la tavola rotonda “Anche questa è biodiversità” sul tema della frutta con 4 relatori di nome, uno dei quali è Alessandro Roversi (sabato ore 15 spazio incontri) - di ascoltare la testimonianza di un cacciatore di piante contemporaneo e delle sue scoperte in Oriente (Bleddyn Wynn-Jones di Crûg Farm Plants, sabato ore 17,30 spazio incontri) - di non perdere la conferenza di Maurizio Usai “Mediterraneo tra giardino e paesaggio” (domenica ore 15 spazio incontri) - di frequentare il corso di pittura botanica tenuto da Silvana Rava all’orto botanico, ritraendo dal vero le piante dell’Orto - di fare la visita guidata alla collezione del genere Opuntia del Vivaio Valfredda e ai vivai espositori di succulente in compagnia dell’esperto Andrea Cattabriga (sabato ore 17 e domenica ore 11,30)

Mi è venuto a tiro questo pensiero scrivendo i numeri di Murabilia ad uso dei media. Per citarne solo alcuni: 259 espositori, 25 associazioni, 32 illustratori botanici di 4 continenti, 12 scrittori che presentano un’opera “verde” pubblicata nell’ultimo anno, mostre tematiche sul genere Opuntia, sulle varietà di plumeria, sui bonsai, su 11 piante alimentari, almeno 8 tra corsi e laboratori e altrettanti dibattiti, conferenze e seminari. Murabilia pensa in grande innanzi tutto perché ha un’alta considerazione di che cosa è il giardinaggio e chi sono coloro che lo praticano o lo potrebbero praticare, e di quanto la presenza di visitatori sensibili e culturalmente attivi serva a valorizzare le mura urbane cinquecentesche di Lucca e a vivificare l’Orto Botanico della città, accorpato nel “recinto” di questa bagarre tra tre baluardi e due tratti di mura. Murabilia vuole creare movimento e una base durevole e investe, con cautela e buon senso dati i tempi, perché questo succeda. Compone un mosaico con tanti tasselli, talvolta compie passi eclatanti come con la mostra e il concorso di illustrazione botanica che ha subito raggiunto interesse internazionale, talvolta aggiunge solo un tassello divertente e partecipativo ospitando il campionato delle zucche giganti o degli ortaggi dei visitatori, in ogni caso non si ferma ai risultati ottenuti, ed infatti, in questi dieci anni, ogni anno ha proposto qualcosa in più e ha continuato a creare aspettative nel suo pubblico. Che è costantemente in crescita.
Certo in Italia (ma non solo) oggi è difficile rilanciare sulle lunghe distanze. Vuoi perché c’è poco denaro da investire, vuoi perché, soprattutto, la vera crisi è a livello di volontà e creatività (ma siamo stufi di sentircelo dire e, se non la smettono, finirà che ci crediamo e ci adattiamo). Paradossalmente, l’unica manifestazione di settore che ogni 5 anni riesce a metterci capitali considerevoli è Euroflora e lo farà di nuovo il prossimo aprile, ma da molto tempo il giardinaggio non è più quello delle floralies, sul modello delle quali era stata creata mezzo secolo fa. Muove tanto denaro, tanta gente e poche o nulle idee, oltrettutto in una struttura tutto cemento a dir poco terribile per mostrare le piante e invogliare a parlarne. Dunque accontenta al massimo il “pubblico generico dei gerani” e non incide minimamente sulla crescita delle competenze giardinieristiche e delle passioni botaniche negli italiani.
Anche senza grossi investimenti, però, qualcosa in giro può ancora succedere (Murabilia ne è la prova) e comunque qualcosa, a diverse scale, si può fare. Penso all’atmosfera di redenzione di Cittanova Floreale in Calabria, di nuovo movimento floricolo sull’Adriatico con Giardini d’autore a Riccione (la prossima edizione il 18 e 19 settembre), di colloquialità serena e familiare a Milis in Sardegna. Penso alle nuove mostre che stanno nascendo in luoghi prestigiosi, con i migliori auspici quella nel giardino della magica Villa Pisani di Stra (Horti venetiani, 11-12 settembre), zoppicando parecchio per vizi di fondo quella all’orto botanico di Palermo (La zagara, 23-24 ottobre).
E insomma, con venerdì a Lucca la macchina delle mostre si mette in moto al meglio. Lascio qui il pensiero che, se amiamo piante e giardini, ognuno di noi dovrebbe contribuire a plasmare questi eventi che, nati come isole esclusive quasi vent’anni fa, devono invece entrare nel tessuto urbano, sociale e culturale di un luogo e da lì diventare patrimonio nazionale. Murabilia insegna che questo può succedere se c’è l’ambizione di dare il massimo. A margine faccio notare che l’ambizione di una manifestazione di giardinaggio è la stessa, in altra forma, che dovrebbe muovere e far crescere passione e competenze dei giardinieri italiani. Quelli che da venerdì a domenica saranno a Lucca e tutti gli altri.

Read Full Post »

È solo giovedì, ma io ho già la testa nel fine settimana e, come faccio in genere quando so di andare in un luogo e di immergermi in una situazione che non conosco, mi documento quel minimo che serve per facilitare la lettura iniziale del contesto. Domani mattina sarò a Cittanova, una cittadina di 10.000 abitanti in provincia di Reggio Calabria che, prima in Calabria, si unisce alla rete delle mostre di giardinaggio nazionali. A mio modo ho la fortuna di poter costruire una mappa dell’Italia dei giardini e di quella Italia, più spesso di provincia, che può ancora contare sull’orgoglio dei suoi cittadini. Due settimane fa Cazzago San Martino (Bs), la settimana scorsa Camaiore (Lu), ora Cittanova. Mi scrive un suo cittadino, nonché organizzatore della manifestazione insieme ad altri dell’Associazione  Pro Fondazione Carlo Ruggiero: “Qui a Cittanova abbiamo la fortuna di avere una meravigliosa villa comunale definita “salotto verde” da chi nel lontano 1880 ebbe l’ingegno di realizzarla e di donarla alla nostra cittadina. Lo scenario è fantastico, io ed altri colleghi abbiamo da qualche tempo deciso di intraprendere una serie di iniziative per valorizzare questo giardino che ha avuto dal Ministero il riconoscimento di Bene culturale.” E da qualche parte sul web, annunciando questa seconda edizione di Cittanova Floreale, ha aggiunto: “Stiamo lavorando per costruire una rete di collaborazioni con esperti locali, con associazioni quali Garden Club di Calabria, Legambiente, CAI e WWF, e con tutto il mondo dell’associazionismo locale… Riproponiamo le collaborazioni già ben riuscite con le facoltà di Architettura e di Agraria dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria e con le scuole del territorio… Offriremo pacchetti turistici per il fine settimana e stiamo organizzando per sabato 29 maggio una “Notte Verde”, con visite guidate nei giardini privati della città, con “carrozze e trenini fioriti”….con degustazioni a base di prodotti naturali… e tante altre piccole cose per far crescere l’evento e raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati.”
Mi piace leggere queste cose, vera musica; mi piace indovinarci dietro l’entusiasmo, la lungimiranza gratificata, la voglia di aggiungersi ad altri con una propria cifra accorciando le distanze con il resto d’Italia, mostrando ciò di cui si dispone, e non è poco, come volano. Mi piace ancora di più perché Cittanova è una città dell’Aspromonte, circondata da altre città che la storia contemporanea e le cronache nazionali ci raccontano inquiete, dilaniate, ricattate, private del lavoro e della legalità. Termina il mio interlocutore, parlando della decisione di valorizzare il giardino della Villa Comunale ‘Carlo Ruggiero’: “Passione, costanza e voglia di credere in un progetto vanno ben al di là della semplice organizzazione di un evento floreale e rappresentano il senso più profondo dell’associazionismo”. Ok, intanto domani ci saranno gli stand di fiori, si apriranno nelle ore della sera le porte dei giardini privati in città, un convegno di architetti paesaggisti e agronomi e altro ancora. Nel segno delle piante Cittanova si affaccia alla comunità del verde nazionale, presentando della Calabria un volto positivo e propositivo. Che a me piace moltissimo. Se volete leggere qualcosa sul web della manifestazione e del parco in cui si svolge: carloruggiero.altervista.org/mostra-cittanova-floreale.html. Per inquadrare la città e la sua storia io ho trovato interessante la lettura di questo sito: www.nonsolocittanova.it.

Read Full Post »

Older Posts »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 990 follower