Ricetta epicurea

Navigando su internet alla ricerca di chissa che cosa, mi sono imbattuta in una frase del filosofo tedesco Friedrich Nietzsche che subito mi ha evocato atmosfere d’estate e di piacevole dolce far niente:  “A small garden, figs, a little cheese, and, along with this, three or four good friends – such was luxury to Epicurus”.
Proverò a farne tesoro, ora che è iniziata l’estate metereologica e la sera ci si attarda volentieri fuori. In fondo la ricetta è facile, se c’è un piccolo giardino. Non mi mancano i  fichi, fichi del Portogallo grossi e scuri quelli d’inizio estate, un po’ più piccoli quelli di settembre, prodotti in quantità da un albero che compie sessant’anni giusto quest’anno e ha invaso con la sua chioma il mio cortile. Facile da trovare vicino a casa un po’ di formaggio vero, ottima toma di montagna che non è mai scesa sino in pianura, neanche per la vendita. E con il richiamo del mio piccolo giardino fresco di ortensie chiare e di fiori azzurri posso sperare di trovare ogni sera tre o quattro amici disposti a tirare tardi a chiacchierare di Epicuro, Nietzsche, piaceri, cibi semplici e genuini e soprattutto giardini,  piccoli o grandi che siano. Anche così, gustando un dolcissimo fico e dondolando sulla sdraia tra ortensie e fiori, si celebra la civiltà che da Epicuro (341-270 a.C.) è rimbalzata a Nietzsche (1844-1900) e da lui, attraverso un sito internet che non sono più riuscita a rintracciare, sino a queste righe e a voi che leggete.

Annunci

Pubblicato da

Il mio nome è Mimma Pallavicini, sono una giornalista specializzata, una cosiddetta “giornalista del verde”, da oltre 25 anni e ancora non so dove stiano i confini tra la professione e la passione per le piante, i fiori, i giardini, interpreti e partecipi della mia visione della vita. Così non mi pare vero creare una nicchia per dire ciò che altrimenti non avrebbe modo di essere detto: ogni giorno vivo esperienze, pensieri e percorsi professionali che con le piante e i giardini hanno a che fare e che sarebbe un peccato non fissare e non condividere. Benvenuti da queste parti, e grazie se vorrete sostare in nome dell’informazione e partecipare in nome di un’emozione che ci accomuna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...