Messaggio per il Ministro della Pubblica Istruzione

I bambini stanno tornando a scuola in questi giorni, e dopo la pausa estiva riprendono gli studi anche adolescenti e giovani del nostro Paese. Caro Ministro, ti chiediamo di considerare argomenti importanti per la formazione delle nuove generazioni anche le piante e l’arte dei giardini, e di fare in modo che non succeda a loro ciò che è successo a noi, che per passione e/o professione frequentiamo piante e giardini: abbiamo dovuto imparare tutto da soli, scoprendo che dietro a quello che viene comunemente considerato l’hobby del giardinaggio c’è un’intera, solida e prestigiosa cultura di cui andare orgogliosi. Anche perché in parte è appannaggio esclusivo dell’Italia. Forse non lo sai, ma c’è un filo che lega la conoscenza botanica delle 6.000 specie catalogate nella flora italiana (è l’elenco floristico più importante in Europa e molto ha dato alla scienza e all’ortofloricoltura) all’ecologia, giù giù sino alla storia dell’arte dei giardini. Perciò vorremmo, caro Ministro, che tu ci pensassi e lo facessi ora che comincia l’anno scolastico. Per quest’anno almeno in via sperimentale, diciamo con il tuo autorevole suggerimento agli insegnanti di promuovere piante, giardini e orti scolastici e attività a loro correlate. Anche solo nelle ore del doposcuola in una scuola sì e in una no, tanto per vedere la differenza che fa. E ne fa, certo che ne fa. Se ti servono consulenti, chiedi: ti stupirai nello scoprire che esistono piccole e magnifiche esperienze locali trasponibili agilmente a livello nazionale. Ti aiutiamo seduta stante con un indirizzo. E’ quello del Centro di Documentazione Parchi e Giardini Storici che ha sede nel palazzetto Eucherio Sanvitale del Giardino Ducale di Parma, un luogo ben gestito e ben frequentato, dove giardini e scolaresche sono di casa. Potrebbe inaugurare una buona abitudine, che il Ministro in persona telefonasse (al n. 0521-231267 la reception; 0521-207447 gli uffici) e dicesse: “Sono il Ministro della Pubblica Istruzione e vorrei parlare con il responsabile del vostro centro perché anch’io, benché ministro, ho qualcosa da imparare. E mi hanno detto che devo cominciare a venire a scuola da voi”. Non ti va di abbassarti ad un linguaggio così colloquiale e poco politico? Allora invia una mail (all’indirizzo e.sanvitale@comune.parma.it) e ordina: “Le ss.vv. sono pregate di inoltrare con la massima urgenza al Ministero che presiedo la documentazione circa l’attività didattica svolta. Si prega inoltre di allegare proposte e suggerimenti per allargare all’intera nazione il modello da voi adottato. In attesa di un vostro sollecito riscontro ecc ecc”.
Oggi ho la penna sognante ma, almeno per oggi, per favore non svegliatemi.

Advertisements

Pubblicato da

Il mio nome è Mimma Pallavicini, sono una giornalista specializzata, una cosiddetta “giornalista del verde”, da oltre 25 anni e ancora non so dove stiano i confini tra la professione e la passione per le piante, i fiori, i giardini, interpreti e partecipi della mia visione della vita. Così non mi pare vero creare una nicchia per dire ciò che altrimenti non avrebbe modo di essere detto: ogni giorno vivo esperienze, pensieri e percorsi professionali che con le piante e i giardini hanno a che fare e che sarebbe un peccato non fissare e non condividere. Benvenuti da queste parti, e grazie se vorrete sostare in nome dell’informazione e partecipare in nome di un’emozione che ci accomuna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...