A Paderna, attorno al giardino e non solo

recinzione-matite-con-fruttaAppunti al volo, tra gli stimoli incalzanti della mostra di Paderna. La recinzione multicolore di matitone con su in cima la frutta. Opera di ex collaboratrici di Anna Scaravella, l’architetto Paola Lavezzi e la garden designer Simona Fascritti (www.architetturaverde.com). Il mondo campagnolo-onirico di Giuditta Jaccarino (www.giudittaiaccarino.it): i suoi cappellini all’unicinetto per bambini sono un’incredibile volo della fantasia. Giuditta, sorrentina doc, mi ha raccontato che Lucio Dalla si fa fare da lei i famosi berrettini che l’artista ha sempre indosso estate e inverno.

cappellino-maialinocappellini-con-ranocchiecappellino-papero

L’artigiano Dino Davanzo di Fossalta di Piave (Ve) che con le canne di palude fa le anitre da richiamo. Non ho chiesto quanto costino, e non lo voglio sapere perché ho visto il tempo che ci vuole per realizzarne cappellino-fragola-con-brucouna. L’artigiano Giorgio Garilli di Lugagnano in Val d’Arda che sino a dieci anni fa faceva il piastrellista e non ha più potuto lavorare perché un ictus gli ha paralizzato metà corpo. Invece di perdersi d’animo ha trovato il modo di dedicare quasi tutto il suo tempo ad un vecchio hobby: intagliare bastoni da passeggio. Di infinita poesia, e per favore qualcuno noti che può usare solo la mano e il piede destri. Mi sono portata a casa un bastone con il manico-lupo: gli occhi allucinati, come se guardassero di notte dopo una sbornia pazzesca e vedessero un buon boccone a portata di denti, sono fatti con pallini di fucile. E chissà se confezione-anitre-da-richiamo-con-erbe-di-paludedietro a uno-sguardo-specialequesto riciclaggio c’è la lezione che è buona norma mettere dei fiori nei nostri cannoni e i pallini di fucile negli occhi dei lupi di legno.

Annunci

Pubblicato da

Il mio nome è Mimma Pallavicini, sono una giornalista specializzata, una cosiddetta “giornalista del verde”, da oltre 25 anni e ancora non so dove stiano i confini tra la professione e la passione per le piante, i fiori, i giardini, interpreti e partecipi della mia visione della vita. Così non mi pare vero creare una nicchia per dire ciò che altrimenti non avrebbe modo di essere detto: ogni giorno vivo esperienze, pensieri e percorsi professionali che con le piante e i giardini hanno a che fare e che sarebbe un peccato non fissare e non condividere. Benvenuti da queste parti, e grazie se vorrete sostare in nome dell’informazione e partecipare in nome di un’emozione che ci accomuna.

2 thoughts on “A Paderna, attorno al giardino e non solo

  1. amo le zucche ma sono nata sotto un cavolo, sono in attesa del sole cocente per produrre cactus giganti ed altre piante che per il momento soggiornano nella mia testa in attesa di esplodere, leggo i tuoi articoli e sono fiera di averti conosciuta, non posso commentarti ma solo apprezzarti.

    Mi piace

  2. mi piace leggerti, e vorrei farti un dono per ringraziarti di tutto quello che sai trasmettere che non è solo cultura ma intelligenza amore sensibilità e rispetto, perciò raccogli una galla di quercia non di quelle appena nate ma una di quelle che giacciono sul terreno: se vi troverai una formica sarà un buon presagio! buon compleanno tondo tondo, ma non così tondo! ti abbraccio g.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...