Mi è venuto voglia di fare un salto a Ginevra

Oggi ho ricevuto con la posta  una rivista un po’ squinternata, ma spesso con spunti interessanti, pubblicata da un importante gruppo vivaistico nazionale.  E ho letto della Conservatoria Giardino Botanico di Ginevra, di cui non sapevo niente e invece è una grossa realtà: ha un erbario di 6 milioni di fogli (quinto sui 500 maggiori erbari del mondo); una biblioteca botanica considerata la terza al mondo per completezza (dopo Kew, chi ci sarà al secondo posto?); una banca semi di un milione di campioni. Svolge attività di didattica e ricerca universitarie, ma si pone anche, diversamente da quanto avviene quasi sempre in Italia, nel ruolo di luogo di piacere e di  divulgazione giocosa per il largo pubblico. Che bello.
Bisognerebbe portare in gita a Ginevra i conservatori di certi orti botanici nostrani: se è vero che lottano in assenza di denaro da investire nella ricerca e nell’appetibilità del luogo, per quanto ne so è anche vero che sovente vivacchiano facendo di tutto per non muovere le acque in attesa di una immeritata pensione. Anni fa all’Orto Botanico di Pavia ce n’era uno in gamba, che proprio perché lo era ha preferito uscire dalla struttura e andarsene a insegnare ai ragazzi delle scuole superiori, contando sulla maggiore autonomia e sulla possibilità di formare qualcuno alla cultura botanica. A Lucca c’era Lippi che era dipendente comunale con la qualifica di vigile urbano, ad un certo punto rimandato a dirigere il traffico della città. Così lui appena ha potuto se n’è andato in pensione e ha risolto lo scoglionamento di aver a che fare con ciò che è pubblico e stupido e si è dedicato a tempo pieno alla botanica

Advertisements

Pubblicato da

Il mio nome è Mimma Pallavicini, sono una giornalista specializzata, una cosiddetta “giornalista del verde”, da oltre 25 anni e ancora non so dove stiano i confini tra la professione e la passione per le piante, i fiori, i giardini, interpreti e partecipi della mia visione della vita. Così non mi pare vero creare una nicchia per dire ciò che altrimenti non avrebbe modo di essere detto: ogni giorno vivo esperienze, pensieri e percorsi professionali che con le piante e i giardini hanno a che fare e che sarebbe un peccato non fissare e non condividere. Benvenuti da queste parti, e grazie se vorrete sostare in nome dell’informazione e partecipare in nome di un’emozione che ci accomuna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...