Miscanthus per l’autunno

cortaderia-selloana-splendid-stara-fine-stagione1pennisetum-alopecuroides-moudry2

miscanthus-sinensis-morning-light-fine-novembremiscanthus-sinensis-gnome-fine-novembremiscanthus-kleine-fontane-a-fine-agostomiscanthus-sinensis-gracillimus-a-meta-giugnomiscanthus-sinensis-punkchen-a-fine-settembremiscanthus-sinensis-strictus-in-lugliogruppo di miscanthus-in-autunnomiscanthus-sinensis-herman-mussel-fine-novembremiscanthus-sinensis-variegatus-in-novembreGiovedì scorso sono andata a Verona per lavoro e sono riuscita ad ammortizzare il giro con una visita lampo al vivaio Valfredda alla Pedrocca, frazione di Cazzago San Martino (Bs). Parentesi: dico tutto per esteso anche se il vivaio non vende al pubblico, solo perché a qualcuno la cittadina di Cazzago è nota come sede della mostra di giardinaggio primaverile “Franciacorta in fiore”, a rotazione per cinque anni in una delle numerose e magnifiche proprietà storiche con giardino (da quest’anno, per i prossimi cinque anni, le ville saranno addirittura due, pressoché contigue) che si trovano nel territorio del comune. Ma insomma. In terra di Franciacorta Renzo Crescini coltiva le sue erbacee perenni, ed è sempre meno orientato verso il collezionismo maniacale dei giardinieri amatoriali e sempre più realista. Dice per esempio cose del tipo: “Di monarde ce ne sono un sacco, una più bella dell’altra, ma da noi gli sbalzi repentini di temperatura le fanno ammalare di oidio. E così quasi tutti i settembrini, escluse poche varietà di Aster novae-angliae. Secondo te che faccio: giro tutto il giorno in vivaio a fare trattamenti? Nemmeno per sogno: le piante che nel nostro clima si ammalano non si piantano. Punto. Ce ne sono talmente tante altre, che non c’è motivo di perdere tempo e denaro e di spargere in giro porcherie chimiche per avere proprio quelle.” Forse andando in questa direzione che gioca per sottrazione in nome di una coerenza produttiva e di responsabilità ambientale (in larga parte condivisibile), Renzo ha trovato nelle graminacee una strada percorribile, anzi un’autostrada tanto è larga e comoda. Dallo scorso maggio ha quasi raddoppiato il vivaio per poter far posto ad una collezione stravolgente di erbe. Giovedì scorso c’era il sole, Renzo era disponibile a perdere un po’ di tempo per farmi fare un giro, Valter, il suo direttore di vivaio, si è unito a noi e come sempre è stato prodigo di spiegazioni e consigli. Di certo a colpire più di tutti la mia attenzione sono stati i Miscanthus, decine e decine di varietà in vasi del 70, in fila come soldatini a formare siepe divisoria da un altro settore del vivaio. Incredibile quante forme ci siano, quanti portamenti diversi abbiano, quali utilizzi diversi suggeriscano. E in questa stagione le loro tonalità dorate, porporine, gialle, argentee, la loro vaporosa esuberanza, la delicatezza poetica delle loro infiorescenze sono fenomenali: persino a me, che non concepisco un giardino senza fiori, vien voglia di tirar via tutto per far spazio a loro. E ad altre graminacee che dovrei conoscere meglio, perché promettono grandi soddisfazioni e molto colore intonato all’autunno, per esempio Pennisetum ‘Moudry’ dalle infiorescenze cilindriche quasi nere e Pennisetum ‘National Arboretum’ che le ha color bronzo e un’erba delle Pampas nana, sottile e dorata che è una meraviglia, che si chiama Cortaderia selloana ‘Splendid Star’. Guardando il campionario infinito di graminacee ho pensato che sono tanto eleganti e sobrie da meritare una segnalazione come piante a bassa manutenzione anche per giardini storici e formali.

Annunci

Pubblicato da

Il mio nome è Mimma Pallavicini, sono una giornalista specializzata, una cosiddetta “giornalista del verde”, da oltre 25 anni e ancora non so dove stiano i confini tra la professione e la passione per le piante, i fiori, i giardini, interpreti e partecipi della mia visione della vita. Così non mi pare vero creare una nicchia per dire ciò che altrimenti non avrebbe modo di essere detto: ogni giorno vivo esperienze, pensieri e percorsi professionali che con le piante e i giardini hanno a che fare e che sarebbe un peccato non fissare e non condividere. Benvenuti da queste parti, e grazie se vorrete sostare in nome dell’informazione e partecipare in nome di un’emozione che ci accomuna.

4 thoughts on “Miscanthus per l’autunno

  1. salve mimma, eh ma qui si sfonda una porta aperta: i miscanthus sono tra le mie “erbazze” preferite! robuste, generose, un po’ invadenti, come dei vicini di casa un po’ troppo espansivi, ma subito pronti ad essere messi in riga!
    Tutta la mia ammirazione per il carissimo valter, le telefonate con lui sono una pausa rilassante, anche nel delirio di primavera!
    Vooolo a linkare il blog!
    saluti golosi, cat

    Mi piace

  2. Concordo con il fatto che i Miscanthus sono bellissime piante un po’ troppo sottovalutate, spero in futuro in una loro maggiore diffusione.
    In effetti sono piante che per essere apprezzate necessitano di essere viste da “adulte” poichè in un vaso del 20 non rendono e, forse per questo motivo, vengono poco apprezzati dal pubblico delle manifestazioni.
    Ne ho una collezione privata di circa 70 varietà e spero di poterle mostrare a Lucca fra un paio di anni in vasi di 50/70 cm in modo di permettere al grande pubblico di rendersi conto della maestosità di tali piante.
    Giuseppe

    Mi piace

    1. Sono sicura che i suoi Miscanthus ben sviluppati e in vasi adeguati raccoglieranno l’incondizionato consenso di chiunque frequenti giardini e piante ornamentali anche per far evolvere il proprio gusto e i propri schemi mentali relativi alle piante. Da noi in Italia, se non hanno o non fanno fiori valgono meno di quelle che esibiscono colori a più non posso. Invece stiamo imparando tutti che la generosità di tante piante da giardino non sta nella fioritura o, almeno, non solo in quella. E’ il caso dei miscanthus, di cui bisognerebbe poi aggiungere qualche nota per l’alternativa energetica che possono rappresentare.

      Mi piace

  3. Ciao a tutti!
    Sono un designer d’interni di Torino,per l’allestimento di una mostra vorrei sapere se è possibile acquistare Miscanthus ad altezza di circa 2m in Piemonte.
    Lo scopo è creare una sorta di galleria vegetale in cui immergersi, o forse voi potreste consigliarmi altre erbacee piu’facilmente reperibili che possono svolgere questa funzione?
    Grazie!

    lorenzomartini@ied.edu

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...