Vincoli gravitazionali

Attente alle amiche con la matita facile. Avevo confessato a Rita Ammassari che non ne potevo più dell’inverno e che, passati i giorni della merla, contavo sull’arrivo del sole e di un po’ di asciutto per cominciare i lavori all’aperto. D’altra parte nei giorni di passaggio tra gennaio e febbraio nel mio giardino arrivano sempre le prime fioriture di crochi, Iris danfordiae e Iris reticulata, piccole bulbose che invece quest’anno non hanno ancora avuto il coraggio di affacciare il germoglio fuori dalla terra. Al telefono non l’ho vista, ma sono quasi sicura che, rita-ammassari-vincoli-gravitazionalimentre mi lasciava parlare, con quel suo solito avanzo di matita morsicato che pare le sia indispensabile per un buon disegno Rita già scarabocchiava sul bordo di un pezzo di carta. Mi ha immaginata trionfante per il nuovo corso che ci attende in giardino e non altrove: fanno fede gli attrezzi del mestiere ai piedi della mia amica che mi osserva perplessa. Poi però il sole sperato non si è fatto vedere, anzi sono arrivate altra neve e altra pioggia. E così ha rettificato il tiro: se non possono farlo per il giardino ritrovato, le follette stagionate sanno esultare per molto altro. Per esempio, perché no, per lo spettacolo di un bravo ballerino che è anche una gioia per gli occhi con la sua bellezza. La morale è che ogni occasione è buona per perdere i vincoli gravitazionali imposti dalle leggi dell’universo e, ahinoi, dalla silhouette di ragazze con qualche annetto di troppo. Quanto meno, si fa un’ottima ginnastica aerobica, utile per prepararsi ai lavori in giardino. Speriamo presto.

Annunci

Pubblicato da

Il mio nome è Mimma Pallavicini, sono una giornalista specializzata, una cosiddetta “giornalista del verde”, da oltre 25 anni e ancora non so dove stiano i confini tra la professione e la passione per le piante, i fiori, i giardini, interpreti e partecipi della mia visione della vita. Così non mi pare vero creare una nicchia per dire ciò che altrimenti non avrebbe modo di essere detto: ogni giorno vivo esperienze, pensieri e percorsi professionali che con le piante e i giardini hanno a che fare e che sarebbe un peccato non fissare e non condividere. Benvenuti da queste parti, e grazie se vorrete sostare in nome dell’informazione e partecipare in nome di un’emozione che ci accomuna.

One thought on “Vincoli gravitazionali

  1. ciao mimma,
    che carina che sei a parlare così della mamma!
    è vero, è proprio un’artista, come lo era la nonna…ed è certo che, mentre le parlavi, stava smozzicando la matitina dell’ikea….ma certe cose le possiamo sapere solo noi che la conosciamo bene!

    ricordo ancora com’era bello arrivare in studio da voi dopo una giornata di scuola….
    adesso faccio l’avvocato, nel frattempo mi sono “svincolata” dal gorgo avvocatizio e sono al secondo anno della scuola di formazione in arte terapia clinica…certe passioni ( e geni) non si possono dimenticare!

    è tanto che non ti vedo, ma ti ricordo con molto affetto. complimenti per il blog!

    benedetta

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...