Il verde fa salute

a-passeggio-a-Villa-Melzi-dEril
Leggo sul D di Repubblica della settimana scorsa, sempre un po’ in ritardo per l’impossibilità di azzerare l’accumulo di arretrati, che l’Inghilterra lancia il piano Clean Accessible Natural Environment per aumentare la propria dotazione di verde urbano, avendo scoperto che, in assenza, nei prossimi anni andranno ad aumentare esponenzialmente i costi a carico della collettività per curare disturbi psichici, obesità, depressione. Solo un popolo che da lunghissimo tempo ha con la natura e il giardinaggio un rapporto tanto amorevole può capire che l’investimento tempestivo in nuovo verde pubblico serve ad arginare altri costi ben più alti. In uno degli studi che stanno alla base del progetto, pubblicato su Lancet,  il ricercatore Mitchell Popham ha dichiarato che 1.300 neonati prematuri nati in zone povere ma ricche di verde sono sopravvissuti, al contrario di quelli nati in ambienti urbani che ne sono privi. Altri studi dicono che senza il verde aumenta del 40% l’aggressività infantile e senza gli spazi in cui praticare movimento e sport sale ulteriormente il rischio obesità degli adolescenti, che attualmente riguarda il 25% della popolazione giovanile inglese. Fatti i conti (75 miliardi di sterline all’anno per curare patologie psichiatriche, 8,2 miliardi di sterline della sanità per le conseguenze dell’obesità) conviene puntare sul verde. Anche la Comunità Europea ha recepito. Possiamo sperare che arrivi dalle leggi comunitarie l’obbligo per l’Italia di adeguarsi.
(in quanto alla foto, idilliaca rappresentazione di una giovane famiglia a passeggio nel verde, l’ho scattata nel parco di Villa Melzi d’Eril, sul lago di Como).

Annunci

Pubblicato da

Il mio nome è Mimma Pallavicini, sono una giornalista specializzata, una cosiddetta “giornalista del verde”, da oltre 25 anni e ancora non so dove stiano i confini tra la professione e la passione per le piante, i fiori, i giardini, interpreti e partecipi della mia visione della vita. Così non mi pare vero creare una nicchia per dire ciò che altrimenti non avrebbe modo di essere detto: ogni giorno vivo esperienze, pensieri e percorsi professionali che con le piante e i giardini hanno a che fare e che sarebbe un peccato non fissare e non condividere. Benvenuti da queste parti, e grazie se vorrete sostare in nome dell’informazione e partecipare in nome di un’emozione che ci accomuna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...