Tante zucche con fantasia

zucca-falsa-Cream-of-the-Crop-orto di Maddalenazucca-falsa-Cream-of-the-crop-orto di-ErminiaStasera mi sono ricavata due ore di tempo per fare un po’ il punto sulle zucche. Quest’anno un vero rebus. Il fatto è che mi sono tirata dietro un incredibile numero di ortolani zuccologi, che adesso cominciano a chiedermi conto. Io l’avevo detto: può nascere di tutto. Quelle che dovevano essere – secondo la scritta sulla bustina  e i miei desideri di coltivazione – Cucurbita pepo ‘Cream of the crop’, lo scorso anno a me erano venute su ben diverse, zucche grigie eccellenti a forma di grandi cuori pesanti, sicuramente ibridi di Cucurbita maxima: tutt’altra cosa. I loro semi adesso fanno le bizze: nell’orto di Maddalena è rimasta precisa la forma, ma il colore è tra l’arancione e il rosa, mentre nell’orto di Erminia hanno mantenuto il colore, ma la forma è un po’ differente e soprattutto è costoluta.
zucca-lunga-screziata miazucca-lunga-screziata di -MaddalenaIn bilico tra il divertente e l’inquietante, da me la prima zucca dell’anno è nata su una liana arrampicata su per un muro di pietra; quando l’ho scoperta ho riso, perché io non avrei mai piantato una zucca a clava, piegata come un boomerang e con una buccia marmorizzata bianca e verde. Vado da Maddalena per fotografare ciò che ha ottenuto e lei mi fa: “Chissà se mi sai dire da quali semi è nata questa zucca? Io non sono riuscita a capirlo”. Guardo ed è la stessa zucca a clava nata da me.
zucca-One-to-many-di-Maddalenazucca-Patisson-panacheDa Maddalena però c’è una magnifica  zucca ‘One to many’ che peserà 30 chili, un ‘Patisson panaché’ o disco volante variegato che corre producendo con allegra esuberanza una zucchetta piatta bianca e verde ad ogni nodo.

zucche-piccole-arancioni di Leo e Manuelazucca-ViolinaDa Leonardo e Manuela non s’è capito da che cosa sia venuta fuori una zucchetta arancione a pera di medie dimensioni, precocissima e prolifica oltre ogni dire: una pianta ha fatto 22 o 23 zucche, diciamo sul chilo e mezzo ciascuna, ed è ancora tutta verde e pronta a farne altre. Ma la loro zucca ‘Marina di Chioggia’ e la ‘Violina’ rispondono perfettamente agli standard. Io invece non mi raccapezzo con le zucche bianche: una ‘Eden White’ ha fatto vegetazione per metri e metri, invece di buttarsi giù dal muro di tre metri si è sporta in orizzontale verso un melo e l’ha colonizzato tutto, decidendo, ormai avanti in stagione, di esibirsi finalmente con una zucca candida e piuttosto anonima che dondola nel vuoto.  zucca-Eden White-su-melozucca-Georgia-Candy-Rooster-(forse) miaHo un vero campionario di variazioni sul tema delle zucche banana, quelle di una pianta forse rispondono parzialmente alla varietà ‘Georgia Candy Roaster’  che doveva essere in origine nei campi di Piozzo dove la zucca genitrice è stata coltivata. Tra le prime a formarsi ci sono state tre zucche cilindriche bianche, non saprei dire figlie di chi e derivanti da chi. Però sono belle, terrò di certo i semi. Perciò siete avvisati: se non siete delusi dai risultati di quest’anno, siamo quasi pronti a ripartire con zucca-bianca-cilindrica-senza-nomenuovi esperimenti. Maddalena oggi mi ha raccontato che lo scorso anno ha tirato via i semi da uno zucchino diventato enorme e maturo e quest’anno ne ha seminati quattro: nessuno ha avuto il ruolo di zucchino da tavola, ogni pianta ha dato una zucchetta differente per colore, dimensione e forma. E Maddalena, con l’entusiasmo e il candore di chi scopre un mondo, ha detto:”Secondo te, è questa  la biodiversità?”.

Advertisements

Pubblicato da

Il mio nome è Mimma Pallavicini, sono una giornalista specializzata, una cosiddetta “giornalista del verde”, da oltre 25 anni e ancora non so dove stiano i confini tra la professione e la passione per le piante, i fiori, i giardini, interpreti e partecipi della mia visione della vita. Così non mi pare vero creare una nicchia per dire ciò che altrimenti non avrebbe modo di essere detto: ogni giorno vivo esperienze, pensieri e percorsi professionali che con le piante e i giardini hanno a che fare e che sarebbe un peccato non fissare e non condividere. Benvenuti da queste parti, e grazie se vorrete sostare in nome dell’informazione e partecipare in nome di un’emozione che ci accomuna.

One thought on “Tante zucche con fantasia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...