Le lattughe del magistrato

RaiTre, la trasmissione Che tempo che fa di domenica 25 ottobre. Il magistrato Nicola Gratteri, procuratore aggiunto al Tribunale di Reggio Calabria nella direzione antimafia, da vent’anni minacciato e perciò sotto scorta, prova a raccontare a Fabio Fazio la normalità della propria vita nonostante tutto: “Stamattina prima di venire qui ho piantato le lattughe”.
RaiTre, ultimo telegiornale della notte di ieri sera, mercoledì 28 ottobre (ma all’una era già oggi). Maurizio Mannoni, che conduce il telegiornale, annuncia in apertura che ci sarà un collegamento con Paolo Pejrone da Torino per presentare il suo ultimo libro, e aggiunge: “Tra poco ci solleverà lo spirito con il giardinaggio”. Prima che il telegiornale chiuda, il previsto collegamento. Nel quale la frase più “pregnante” è anche l’ultima: “Bisogna insegnare che l’agricoltura è una cosa sana e facile”.
Nessun dubbio: tifo per il magistrato.

Annunci

Pubblicato da

Il mio nome è Mimma Pallavicini, sono una giornalista specializzata, una cosiddetta “giornalista del verde”, da oltre 25 anni e ancora non so dove stiano i confini tra la professione e la passione per le piante, i fiori, i giardini, interpreti e partecipi della mia visione della vita. Così non mi pare vero creare una nicchia per dire ciò che altrimenti non avrebbe modo di essere detto: ogni giorno vivo esperienze, pensieri e percorsi professionali che con le piante e i giardini hanno a che fare e che sarebbe un peccato non fissare e non condividere. Benvenuti da queste parti, e grazie se vorrete sostare in nome dell’informazione e partecipare in nome di un’emozione che ci accomuna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...