Il ritorno delle zucche (in forma di semi)

Eccoci all’appuntamento, almeno con i semi delle zucche che ho già aperto (per alcune altre bisognerà ancora aspettare, tanto gennaio non è il momento di seminare). Ieri, allo scambio dei semi di Torriglia, ho consegnato il primo quantitativo agli appassionati. Mi affretto a pubblicare qualche nota e qualche foto perché chi ha scelto i miei semi in cambio dei propri possa controllare gli “acquisti” di una bella, intensa e istruttiva domenica di gennaio.

Barucca Veneta magnifica varietà italiana dall’aspetto inconfondibile. Bitorzoluta e costoluta, verde e ocra e solo ocra a maturità, di circa 20×35 cm, ha polpa buona e con un ottimo profumo di nocciola. Ciclo di 120 giorni e oltre. Da me poco produttiva: una pianta lunghissima ha prodotto una sola zucca.

Berrettina Piacentina (Cucurbita maxima) varietà italiana, tradizionale nel Piacentino, nel Mantovano, nel Cremonese e nel Reggiano. Ha forma simile alle varietà ‘Marina di Chioggia’ e ‘Turbante di Turco’. Ha polpa dolce e soda, piuttosto farinosa, molto serbevole (8 mesi) e buccia dura, tipicamente grigia. I semi sono grossi e non numerosi; ottimi come bruscolini.

Butternut (non identificata, buona).  E’ nata da sola sul cumulo di letame della cascina di mio marito. I frutti hanno forma piuttosto indeterminata: alcuni lunghi e stretti, altri tozzi e rigonfi alla base. Da conservare perché la pianta è estremamente produttiva e la polpa dei frutti, arancione carico, è dolce e delicata di sapore.

Caravelle bella zucca brasiliana a buccia bianco crema, quasi cilindrica, lunga circa 40 cm. Matura in 130 giorni, si conserva sino a 8 mesi. La polpa arancione è discreta ma non speciale. Pochi semi.

Delicata piccola zucca cilindrica con scorza striata beige e verde e polpa finissima e dolce, ottima per tutti gli usi (anche per il gelato). Matura in circa 100 giorni, si conserva oltre 8 mesi. Una delle mie preferite, ma da me poco produttiva.

Eden White nuova varietà australiana di piccole dimensioni (20 cm di diametro, 15 di altezza), scorza bianca e levigata, dura ma sottile, e polpa  arancio soda e saporita. I frutti si formano presto, impiegano 110 giorni a maturare e si conservano a lungo. Da me purtroppo è poco produttiva.

Fagtong Sri Muang (Cucurbita moschata) piatta, costoluta e bitorzoluta, di medie dimensioni, ha la buccia sottile verde molto scuro con eventuali macchie arancioni. La polpa arancione è  croccante e squisita. Ha un ciclo molto lungo (sino 150 giorni) e si conserva molto bene sino a 1 anno. Viene dall’Asia (Tailandia), secondo alcuni coincide con varietà sudamericane e giapponesi.

Georgia Candy Roaster caratteristica zucca allungata (50-60 cm) con buccia sottile e morbida e polpa croccante e saporita. Maturazione in 110 giorni, conservazione sino a 8 mesi.

Marina di Chioggia (Cucurbita maxima) varietà tradizionale italiana, considerata tra le migliori di qualità, soprattutto per minestre. Tardiva (130 giorni) ed esigente in fatto di temperatura, produce 2-4 frutti per pianta, con scorza dura e rugosa, polpa giallo carico eccellente e grossi semi utilizzabili per bruscolini. Si conservano per 6-8 mesi e anche oltre.

Okkaido vedi Uchiki Kuri. Le differenze tra le due varietà non sono significative.

Potiron doux vert d’Okkaido (Cucurbita maxima) piccole zucche verdi e appiattite, a polpa giallo carico squisita. Ho raccolto circa 25 zucchette da tre piante. Ottima per risotti.

Rouge Vif d’Etampes (Cucurbita maxima) una delle zucche più popolari in Francia e tra le più coltivate in Europa, tuttavia a mio parere non una delle migliori perché è liquescente. Grande, vivace di colore, costoluta e appiattita, matura in 100 giorni e dura circa tre mesi.

Tromba di Albenga (Cucurbita moschata) vecchia varietà ligure apprezzata per una abbondante produzione di zucchini lunghi, sottili, con un rigonfiamento alla base, a polpa dolce e asciutta. Se lasciati sulla pianta maturano in 120-130 giorni, ma non sono più interessanti per uso alimentare.

Trottola Grigia (buonissima) chissà di quale zucca si tratta. Avevo comperato la bustina di una varietà Acorn  (C. pepo) da una ditta specializzata svizzera, ma erano semi di Cucurbita maxima e infatti lo scorso anno ho prodotto magnifiche zucche a forma di cuore sicuramente appartenenti a questa specie. Dai semi raccolti lo scorso anno in tre abbiamo coltivato zucche grigie grandi, costolute, lisce e lucenti, appuntite alla base, con una polpa giallo carico davvero ottima. L’ho chiamata ‘Trottola Grigia’ con un nome di fantasia, perché non corrisponde ad alcuna varietà codificata.

Uchiki Kuri (=Okkaido o potimarron) varietà giapponese che ha avuto larga diffusione per l’ottima qualità della polpa: cotta al forno può essere consumata con la buccia, sottile e morbida. I frutti sono piccoli (15 x 15 cm) ma numerosi su ogni pianta. Matura in 100 giorni, dura oltre 6 mesi.

Zucca di Mauro grigia grossissima varietà di Cucurbita maxima di cui ho avuto i semi da un mio compaesano che ne ha coltivate parecchie senza ricordare la provenienza dei semi. Attorno a 30 kg, leggermente costoluta e di forma quasi sferica, precoce e di buon sapore.

Zucca da marmellata a semi rossi asomiglia ad un’anguria a polpa bianco-verdognola (infatti il suo nome popolare è anguria bianca) ed è usata esclusivamente per marmellate e canditi. Sferica e molto conservabile, matura in circa 100 giorni.

Zucca del Siam o melone di Malabar (Cucurbita ficifolia) variante con scorza verde marmorizzata (un’altra è bianco sporco solcata da leggere marezzature grigie). Introdotta dalla Cina a metà Ottocento, trova impiego in genere per marmellate, anche come base per marmellate diverse da quella di zucca. I frutti sono grandi (sino a 30 cm di lunghezza), con buccia molto dura e polpa bianca che alloggia semi piccoli bruno-nerastri. Impiega 130 giorni a maturare e ha una conservazione lunghissima: una volta ho utilizzato la polpa di una zucca del Siam raccolta da più di due anni.

Zucca del Portogallo varietà voluminosa e di caratteristica forma a ogiva con scorza arancione screziata di verde scuro e polpa soda e gustosa. Molto produttiva, maturazione in tempi lunghi (130 gg) e conservazione oltre un anno. Ho raccolto 5 grosse zucche da 2 piante. Tende a non ibridarsi con altre zucche.

Yugoslavian Finger Green (C. pepo) zucca acorn cespugliosa con vistose escrescenze a coppie. Maturazione in 90 giorni. Commestibile di discreta qualità, ma le dimensioni ridotte (20×20 cm) la fanno apprezzare come decorativa che si conserva oltre 6 mesi.

Z U C C H E   O R N A M E N T A L I

Bottiglia  del pellegrino (Lagenaria siceraria) l’unica zucca presente in Italia e coltivata come contenitore prima della scoperta dell’America. Molto produttiva nelle estati calde, produce frutti a fiaschetto, solo ornamentali, che seccano facilmente.

Cannon Ball (Lagenaria siceraria) curiosa varietà perfettamente sferica (16-20 cm di diametro), verde a maturità e, a essiccazione avvenuta, bruna. Non bisogna attendere troppo per togliere i semi, altrimenti diventa dura come il marmo e non si riesce più a forarla.

Dancing o Spinning Gourd produce le zucche più piccole in assoluto, ma in numero altissimo: ne ho contate oltre 30 su una sola pianta.

Flat Striped (Cucurbita pepo) varietà che produce lunghi tralci e un gran numero di piccoli frutti precoci di 5-10 cm di diametro, tondi e appiattiti. La buccia può essere verde scuro striata di chiaro o di diverse tonalità verde chiaro.

Patisson giallo a trottola non so il nome della varietà (ho ricevuto i semi lo scorso anno allo scambio di Torriglia e chi me li ha dati non badava ai nomi varietali). Però è una zucca disco volante simpatica, commestibile da immatura, ma non mi sognerei mai di rinunciare a tenerla in casa per bellezza tra le mie zucchette preferite. Diametro dei tre frutti che ho raccolto cm 12 circa, gialli lucenti e appuntiti.

Patisson marmorizzato avevo seminato un patisson – o zucca disco volante – che doveva essere bianco e invece ha prodotto frutti magnifici, con la superficie percorsa da strane spirali marroncine un po’ in rilievo su fondo bianco. Ci vogliono tre mesi esatti per la maturazione (ma allora non è più commestibile), a quattro mesi dalla raccolta un frutto è ancora bellissimo.

Patisson Moonbean zucca disco volante di piccole dimensioni, più alta di altre varietà similari, commestibile solo ai primi stadi di sviluppo, quando è bianco crema. In seguito assume un bel colore giallo chiaro.  Matura in 90 giorni.

Poire bicolore piccoli frutti gialli e verdi con il “collo” lungo che maturano in 100 giorni. Una pianta produce sino a una ventina di zucchette.

Papaya pear (Cucurbita pepo) piccola zucca giallo carico striato di arancio e verde, commestibile ma non di eccelsa qualità. Ha dimensioni e forma della papaya. Estremamente produttiva: su una pianta di amici ho contato 23 allegrissime zucchette.

Serpent Moucheté come il serpente di Sicilia, ma più tozza, a clava (lunghezza 30-50 cm) o a boomerang e superficie verde acido striata e macchiata di bianco. Molto bella e facile da far seccare.

Serpente di Sicilia (Lagenaria siceraria) lunga anche oltre un metro e mezzo e di soli 10 cm di diametro, è commestibile e tradizionale nella gastronomia siciliana solo allo stadio giovane.

Annunci

Pubblicato da

Il mio nome è Mimma Pallavicini, sono una giornalista specializzata, una cosiddetta “giornalista del verde”, da oltre 25 anni e ancora non so dove stiano i confini tra la professione e la passione per le piante, i fiori, i giardini, interpreti e partecipi della mia visione della vita. Così non mi pare vero creare una nicchia per dire ciò che altrimenti non avrebbe modo di essere detto: ogni giorno vivo esperienze, pensieri e percorsi professionali che con le piante e i giardini hanno a che fare e che sarebbe un peccato non fissare e non condividere. Benvenuti da queste parti, e grazie se vorrete sostare in nome dell’informazione e partecipare in nome di un’emozione che ci accomuna.

50 thoughts on “Il ritorno delle zucche (in forma di semi)

  1. Non ho potuto partecipare alla giornata dello scambio di semi, come posso recuperarne qualcuno della varietá UCHIKI KURI?
    Sono spesso in Argentina (dove faccio la nonna) e ci sono varietá che non ho mai visto da noi, se le interessano posso farle avere dei semi

    Mi piace

  2. sapevo che parlando della terra d’abruzzo avrei ottenuto e ne ho approfittato

    se puoi se vuoi: barucca veneta,bottiglia del pellegrino,uchiki kuri, patisson…….
    il mio modesto orto sarà felice

    calorosamente saluto

    Mi piace

  3. Gentile signora Mimma,
    girovagando per i siti di orticoltura mi sono soffermata sul suo; affascinata dalle tante varietà di zucche mi ha colpito la trottola grigia per la sua particolare forma, ma anche per l’aggettivo traparentesi (buonissima)!
    Mi é sempre piaciuta la zucca (mia mamma coltivava la marina di Chioggia), ora ho una nipotina di due anni che ne va pazza (oggi le ho fatto il risotto di zucca). Volevo chiederle cortesemente, se é possibile avere alcuni semi di questa varietà sufficienti per una o due piante.
    La ringrazio e complimenti, Franca

    Mi piace

  4. Ho ricevuto i semi delle zucche, non solo quelli che avevo chiesto ma anche di altre. Avrò un bel daffare quest’estate per controllarle tutte! Grazie gentile Mimma e buon lavoro,
    Franca

    Mi piace

  5. Gentile Mimma, sono un’appassionata orticoltrice e allevatrice di piccoli uccelli esotici. Per la mia prima passione coltivo la tromba di albenga che adoro perchè posso consumare anche nella fase giovane, è come uno zucchino ma con la buccia più dolce e sottile, e anche qualche zucca ornamentale. Per la mia seconda passione ho letto che in america costruiscono deliziosi rifugi per uccellini con le zucche “bottiglia del pellegrino”…..ebbene l’unica pianta nata dai semi vecchi di tre anni che mi avevano regalato se la sono mangiata le lumache…grrr che rabbia…avevano decine di altre zucche e zucchine da sgranocchiare…NO il mio esemplare unico!!!
    Insomma, anche se la stagione è un po’ avanti vorrei riprovarci….mi faresti un enorme favore mandandomi i semi…..e magari anche di questa Uchiki Kuri così esotica e affascinante (farò morire di invidia i vicini 🙂
    Mille mille grazie

    Mi piace

  6. Ciao..stavo curiosando su internet per avere informazioni su una zucca che mia nonna mi ha regalato ma di cui non sa il nome neanche l’ortolano…assomiglia ad una piccola anguria ma non molto rotonda..è poco poco allungata..grande all’incirca 30 cm, semi bianchi e di medie dimensioni, polpa dura e verde con alcune schiarite sul bianco…il sapore è più simile ad un cetriolo (cruda) .. non saprei come farla..ed onestamente vorrei sapere supergiù il potere calorico visto che sono a dieta..(non vorrei si ripetesse l’esperienza dell’avocado, di cui ho scoperto solo dopo le calorie) grazie

    Mi piace

    1. @Salvo

      Ciao, curioso lettore. Credo di capire che non di una zucca si tratta, ma di un carosello (in quale regione stai?). Se chiedi al “cerca” in alto nel mio blog la parola “carosello” puoi avere qualche notizia e confrontare con l’ortaggio che la nonna ti ha regalato. In ogni caso, che sia carosello o zucca, non temere per la linea: entrambi sono ricchi di sali minerali (dunque ideali per reintegrarli nel nostro corpo, in questa stagione in cui si suda molto) ma sono poverissimi di calorie: puoi mangiarne quanta ne vuoi. Se non sono stata utile in altro modo, lo spero almeno con questa notizia.

      Mi piace

  7. Buongiorno, dà un pò di tempo dò sempre uno sguardo al sito , molto simpatico, ora ho finalmente un pochino di spazio per poter per puro piacere coltivare anche qualche Zucca.
    Potrei riuscire a recuperare qualche seme ?
    in ogni caso grazie

    Mi piace

  8. Gentile Mimma, grazie ad uno zio ho avuto in comodato d’uso un “piccolo” (1500 mq) orto e, insieme ad amici e cugini, abbiamo deciso di coltivare un po di ortaggi…
    per il prossimo anno vorremmo (aprile) anche mettere a dimora qualche zucca (la mia passione) e siamo partiti un po tutti alla ricerca di semi di varietà diverse da quelle classiche che si coltivano da noi (lunga di napoli e un’altra di cui ti vorrei inviare le foto) .. dimenticavo … scrivo dalla prov. di Salerno
    Quindi con una semplice ricerca su google sono arrivato fin qua…
    Nel complimentarmi per il buon numero di varietà coltivate, ti chiedo se c’è la disponibilità di qualche seme (anche uno !!) delle seguenti varietà : BUTTERNUT; DELICATA; EDEN WHITE, BARUCCA VENETA; GEORGIA CANDY..

    Mi piace

  9. Ciao Mimma, siamo milanesi trasferti in Val Tidone che da qualche anno si dilettano con l’orto. Quest’anno per la prima volta abbiamo provato a seminare e piantare semi di zucca locali (zucche verdi e bitorzolute fuori e arancione vivo all’interno). Con nostra sorpresa ne abbiamo raccolte 8 e tutte arancione tenue e opaco e dalla buccia liscia. Alcune sono partita già arancioni, altre da verde anguria sono diventate come le altre, pur mantenendo una forma diversa (allungate e tonde). Puoi aiutarci a capire cos’è successo? Ti mandiamo tre foto che si chiamano Zucche di Pecorara (la località in cui ci troviamo). Ci dai anche qualche dritta sulla conservazione?

    Mi piace

  10. ciao, sono di Vicenza e da anni coltivo vari tipi di zucche. ho visto il tuo sito e ho visto la foto della zucca lunga screziata di maddalena. potrei saperne di più? più precisamente è della famiglia delle lagenarie? si riesce ad avere qualche seme per coltivarla? grazie dell’attenzione!

    Mi piace

  11. ciao io sono un’appassionata di zucche strane. quest’anno al castello di masino ho comprato le zucche da luffa e da marmellata. che spettacolo. ho visto che hai delle zucche strane. come faccio per avere anche io i semi?mi puoi aiutare? grazie

    Mi piace

  12. ciao mimma
    volevo farti vedere alcune foto di zucche che sono nate dai tuoi semi di cui non sono più sicuro di che varietà si tratti. come posso fartele avere?
    ciao
    filippo (i semi li avevo presilo scorso gennaio a torriglia)

    Mi piace

  13. Ciao..E’ possibile avere dei semi delle varietà barucca veneta, berrettina piacentina, zucca del siam, zucca del portogallo e della Yugoslavian Finger Green? In cambio se ti possono interessare ho dei semi di butternut e hokkaido bio.
    un saluto

    Mi piace

  14. Quest’anno ho provato a seminare una zucca gigante (semi acquistati dai noti sementieri di Milano), ma mi rimarrebbe un angolino per provare a metterne un’altra; chissà se hai ancora qulche seme della Berrettina Piacentina e soprattutto se sono ancora in tempo?

    Mi piace

  15. Giusta la definizione del POTIRON ROUGE VIF D’ETAMPES; In Francia viene utilizzata come zucca per alimentazione animale, vista la grandezza. Ne esiste anche un altro Potiron (come li chiamano i francesi) il QUINTALE D’ALSAZIA. Diventa molto pesante come dice il nome.

    Mi piace

  16. Ciao a tutti mi chiamo Elena e ho deciso di provare a scrivere qui. E’ un po’ di tempo infatti che sto cercando delle Lagenarie… per creare degli strumenti musicali con i bambini. Infatti allo stato secco naturale la zucca è stato uno dei primi strumenti musicali che l’uomo primitivo già usava come maracas scuotendola e facendo risuonare i semi al suo interno. Non avendo un orto dove poter coltivarla volevo chiedere se qualcuno sa dove mi posso procurare queste zucche o se qualcuno magari le vende… Preferibilmente in provincia di Milano o Brianza. Grazie mille 🙂 Un saluto a tutti! Il blog è bellissimo!

    Mi piace

  17. Ciao Mimma, vivo nella provincia di Viterbo, dopo aver cercato inutilmente nei vivai della mia zona, la zucca chiamata “Bottiglia del pellegrino” mi sono imbattuto sul tuo blog che trovo molto interessante. Mi chiedevo se era possibile acquistare da te un po di semi. Un grazie anticipato per una tua eventuale risposta

    Mi piace

  18. Buongiorno Mimma, il suo Blog è Veramente Interessante! Ho una piccola azienda agricola di 1 Ha da quest’anno, coltiviamo ortaggi di stagione e vendiamo sul mercato locale cercando di tenere fede alla logica del Km 0.
    Sarei molto interessato ad avere alcuni semi delle sue zucche, in quanto vorrei sperimentare nuove varietà. Per quanto riguarda zucche e zucchini abbiamo deciso di tenere i semi dei nostri prodotti e portarli avanti di anno in anno cercando di selezionare le varietà migliori. Sarei interessato alla Zucca di Mauro Grigia, alla Trottola Grigia e alla Zucca del Portogallo. Può visitare il nostro sito web in cui ci sono tutte le informazioni e l’indirizzo del punto vendita a cui spedire i semi. La ringrazio sin da ora.

    Mi piace

  19. Ciao Mimma, complimenti per il blog, adoro la zucca e qui ci sono segnate varietà che non avevo mai visto.
    Stavo cercando dei semi di zucca della Stiria o lady Godiva, mi puoi aiutare?
    Sarei interessato anche ai semi di Fagtong Sri Muang.
    Fammi sapere se mi puoi aiutare.

    grazie

    Mi piace

    1. @Giuseppe Mussini
      Ciao Giuseppe, ho ricavato una manciata di semi dall’unica zucca della Stiria che mi è nata. Volentieri te ne mando una bustina se mi fai avere il tuo indirizzo.
      Non posso invece aiutarti per la zucca Fagtong Sri Muang, che ho coltivato un paio di volte anni fa. I semi adesso sarebbero troppo vecchi (e comunque non ne ho più).

      Mi piace

      1. Grazie Mimma, troppo gentile.
        Il mio indirizzo è: Via Sauro 13/a – 26013 Crema – Cremona
        Sono difficili da coltivare? io abito in pianura padana.
        Ti ringrazio ancora, se hai anche qualche seme di trombetta di albenga sarebbero molto graditi.
        In cambio ti posso proporre semi di zucca tonda padana, semi di zucchino alberello di sarzana, semi di spadona, semi di crescione, semi di coste colorate, peperone corno di toro rosso.
        ciao

        Giuseppe

        Mi piace

  20. Buongiorno.
    Mi chiamo Filippo Menegaldo dI Cimadolmo (TV). Sono un appassionato di zucche e, da cinque anni, sto cercando di coltivare più qualità nei miei terreni in riva al Fiume Piave E’ pura ghiaia, o quasi, ma mi piace sfidare le avversità. Mi piacerebbe magari vivere di questo pertanto le chiedo se ha per caso i seguenti semi di zucca:

    1. ZUCCA MOOREGOLD
    2. ZUCCA TRISTAR
    3. ZUCCA LAKOTA
    4. ZUCCA QUEENSLAND BLUE
    5. ZUCCA FLAT WHITE BOER VAN NIEKERK
    6. ZUCCA PINK BANANA jUMBO
    7. ZUCCA SIBLEY

    Io vorrei ricambiare, se possibile, con uno scambio di sementi di zucche ovviamente!
    Queste sono i semi a mia disposizione:

    1. Zucca Butternut Rugosa (violina)
    2. Zucca Butternut Ponca
    3. Zucca Butternut Liscia
    4. Zucca Santa (o zucca barucca)
    5. Zucca Moscata di Provenza
    6. Zucca Hokkaido Red Kuri
    7. Zucca Trombetta d’Albenga

    La ringrazio e buon lavoro.
    Filippo

    Questa è la mia mail e il io indirizzo:
    filippo@wifi.e4a.it

    Filippo Menegaldo
    Via Madorbo 19 b – 31010 – Cimadolmo (TV)

    Mi piace

  21. Buongiorno Mimma, sarei interessata ad acquistare semi di zucca del pellegrino. Mi potrebbe gentilmente dire a chi posso rivolgermi???? Io abito in provincia di Torino. Grazie!

    Mi piace

  22. Sig mimma, anche io mi stò appassionando nella coltivazione dell’orto. E quest’anno vorrei provare a coltivare alcune varietà di zucca..
    posso chiederle se ha ancora qualche seme di .
    Uchiki kuri ,
    Zucca bianca a semi rossi
    potiron doux dokkaido
    E della classica marina di chioggia ?
    In caso , a che indirizzo la posso contattare per metterci d’accordo ?

    Mi piace

  23. Buongiorno! Complimenti per il blog trovato mentre cercavo di identificare una zucchina strana nata nel mio orto. Vorrei una consulenza a riguardo, ma dove posso postare la foto? Grazie per l’eventuale risposta.

    Mi piace

  24. Buongiorno a tutti, complimenti per il blog.
    Sono un ortolano alle prime armi (due anni) e sono interessato alla cultura della zucca “Tromba di Albenga”, è possibile avere i semi (pagando).

    Il mio indirizzo email: saporettionline@libero.it

    L’ indirizzo:

    Saporetti Renato
    Viale Leonardo 2 – Lido Adriano
    48122 Ravenna

    Mi piace

    1. Che guaio! Stiamo cercando in tanti questi semi. Io li ho dati via tutti l’anno in cui l’ho fotografata e ne sono rimasta senza da allora… Ho lanciato l’help con i visitatori di Giardinity, mnostra di giardinaggio che si terrà a Vescovana (PD) il 22 e 23 ottobre. Tra l’altro, chi arriverà in mostra con una zucca Barucca Veneta e darà indicazioni utili per ritrovarla vincerà una fornitura di sementi rare.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...