Una foto una storia (dal 2 marzo 2010)

La foto della testata del blog dal 2 marzo 2010
La primavera, le donne, Giovanna D’Arco e la rete
…e poi di colpo sembra che non sia mai stato inverno. L’aria si fa tiepida, il sole dura più di qualche ora. Dietro casa ogni giorno il cumulo di neve si fa più sottile. In un angolo soleggiato e riparato sono fioriti i primi due crochi, con un ritardo di oltre un mese rispetto al calendario fenologico del mio giardino. Crochi gialli, i più durevoli nel tempo (credo siano in quell’angolo da 17 anni) e i più precoci.
Così ho avuto voglia di una testata di crochi per dire che sta iniziando la stagione dei fiori. Ricordando che tra pochi giorni, l’8 marzo, sarà la festa della donna, ho scelto in archivio il mio preferito, il croco ‘Jeanne d’Arc’, che porta il nome della pulzella d’Orleans, eroina e santa. Di lei parla questa scheda di wikipedia; del croco che la ricorda trovate qui una bella foto dell’orto botanico di Madrid, che dimostra come questo fiore si allarghi completamente solo in pieno sole (nelle giornate uggiose o piovose non si apre affatto). Se invece volete prendere in flagrante chi di piante non ne sa proprio niente ma ne parla appestando la rete, andate a vedere qui. Si dice che dagli stimmi di questo croco si ricava lo zafferano e amenità simili. Vi lascio individuare almeno altre quattro stoltaggini riportate in questa scheda demenziale. Un premio a chi le trova tutte (e, ridendoci su con leggerezza tutta primaverile, me le segnala).

Annunci

Pubblicato da

Il mio nome è Mimma Pallavicini, sono una giornalista specializzata, una cosiddetta “giornalista del verde”, da oltre 25 anni e ancora non so dove stiano i confini tra la professione e la passione per le piante, i fiori, i giardini, interpreti e partecipi della mia visione della vita. Così non mi pare vero creare una nicchia per dire ciò che altrimenti non avrebbe modo di essere detto: ogni giorno vivo esperienze, pensieri e percorsi professionali che con le piante e i giardini hanno a che fare e che sarebbe un peccato non fissare e non condividere. Benvenuti da queste parti, e grazie se vorrete sostare in nome dell’informazione e partecipare in nome di un’emozione che ci accomuna.

3 thoughts on “Una foto una storia (dal 2 marzo 2010)

  1. Anche i miei crocchi gialli sono fioriti, circa una ventina di boccioli, sono andata a controllare dopo aver letto questo post.
    Sono nello stesso posto da più di 10 anni, non li ho mai né
    concimati né bagnati; sono in pendenza e
    quindi il terreno non é umido, il bulbo, da quello che ricordo, non é certamente di 15-20 cm. ma molto più piccolo.
    Credo sia eccessivo interrare a 15 cm., per me sono sufficienti 6-7. Mi sembra impossibile possano fiorire senza essere interrati: il gelo non li rovinerebbe?
    Bella la foto di testata del blog.
    Franca

    Mi piace

    1. brava Franca, sei perspicace e intuitiva. Soprattutto, conosci le piante meglio di tanta gente che ha un sito internet e racconta frignacce. Ti manderò volentieri una copia del libro che ho scritto di recente sui bulbi, così potrai conoscere anche altre specie di croco e bulbose poco note. Fammi avere il tuo indirizzo.

      Mi piace

  2. …a volte mi chiedo se chi scrive certe baggianate non lo faccia nella sottintesa speranza che i propri clienti, seguendo alla lettera le (sbagliate) indicazioni fornite, non vedano morire i propri bulbi dopo una prima, fugace fioritura e non ritornino quindi a comprarne di nuovi da loro.
    Santa pace! Quanto bisogno c’è di una sana informazione da parte di chi le cose le VIVE e non le leggiucchia qua e là!
    Complimenti vivissimi per il nuovo libro! Gli auguro tanta fortuna, e non appena potrò lo comprerò di certo.
    OT bulbesco: mi stupisce sempre l’infinita capacità della Vita di trovare strade incredibili. Due bulbi di Cyclamen graecum (forse il mindleri), dimenticati colpevolmente al buio in una scatolina per oltre un anno e mezzo, hanno dimostrato di essere ancora vitali e fortissimi una volta piantati. Assolutamente straordinari!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...