Il tempo per completare l’idea

Le emerocallis del vivaio i Campi che gioca in casa, qui a Milis: centinaia di varietà diverse come dichiarano i cartellini con l’immagine dei fiori, ora che ci sono solo le foglioline giovani, tutte uguali. I “mesembriantemi” del vivaio Santo Stefano di Monopoli, invece già tutti fioriti. Macché mesembriantemi: una quarantina di specie diverse (Cephalophillum, Drosanthemum, Lampranthus, Malephora, Ruschia…), tutte con i fiori sericei a margherita di tonalità accese, tutte con foglie succulente, tutte sudafricane, interessanti per dare colore ai giardini senz’acqua. Una domenica di festa delle piante in Sardegna. Tanta la gente che non si passa più, tanto l’interesse che il tempo vola via. E mentre le piante dei vivai espositori scemano e qualche visitatore  torna a casa con una nuova pianta e una nuova esperienza da fare, io mi accorgo di tutte le altre piante. Ci sono gli Arum italicum fioriti, con la loro spata bianca,  in una trincea per l’acqua dell’agrumeto di Villa Pernis. Chi ama le piante va a vedere anche queste, si ferma a parlare di loro facendo segno con le mani. C’è il cestaio che, insieme ai suoi cesti, ha portato la materia prima: fasci di rami teneri di lentisco e canne di Arundo donax. Ci sono le piante spontanee interpretate dalla rinomata illustratrice Marina Virdis e dalle sue allive, che espongono in una collettiva visitatissima. C’e la famiglia addetta alla vendita delle famose arance di Milis che all’ora di pranzo ci invita ad assaggiare una preparazione gastronomica tradizionale del posto, la merca. Da un grosso fagotto oblungo di erbe grigio-azzurre l’uomo tira fuori un muggine bollito, una bontà. L’erba che lo conserva per giorni al riparo dell’intrico dei rametti erbacei e delle foglioline un po’ succulente, mi dice Maurizio Usai, è una palustre spontanea che si chiama Halimione portulacoides. Maurizio Usai, paesaggista ed esperto di piante cagliaritano, è uno dei giovani talentuosi che fanno la trama in divenire di Primavera in Giardino, come l’architetto brasiliano Tauana Ramthum, che sta specializzandosi a Torino in paesaggismo. E’ una ragazza fresca e appassionata, che è venuta a Milis per tenere una conferenza molto interessante e ben documentata sul paesaggista suo conterraneo Roberto Burle Marx. Un altro giovane, un ingegnere sardo di nome Mirco, commenta dicendo che ha dato da poco un esame incentrato sulla figura di Burle Marx, ma per prepararsi non aveva trovato così tante informazioni. Una fortuna che ci siano giovani interessati alle piante e ai giardini. Maurizio, Tauana, Mirco, i ragazzini delle scuole di Milis, i piccoli visitatori per mano ai genitori in questa domenica di sole e di piante sono giovani, come lo è la mostra Primavera in giardino: cresceranno insieme, un bel pensiero. E, per dirla proprio con Burle Marx, sarà il tempo a incaricarsi di completare l’idea. Appuntamento il prossimo anno.

Annunci

Pubblicato da

Il mio nome è Mimma Pallavicini, sono una giornalista specializzata, una cosiddetta “giornalista del verde”, da oltre 25 anni e ancora non so dove stiano i confini tra la professione e la passione per le piante, i fiori, i giardini, interpreti e partecipi della mia visione della vita. Così non mi pare vero creare una nicchia per dire ciò che altrimenti non avrebbe modo di essere detto: ogni giorno vivo esperienze, pensieri e percorsi professionali che con le piante e i giardini hanno a che fare e che sarebbe un peccato non fissare e non condividere. Benvenuti da queste parti, e grazie se vorrete sostare in nome dell’informazione e partecipare in nome di un’emozione che ci accomuna.

One thought on “Il tempo per completare l’idea

  1. Buongiorno Mimma
    Vivo in Svizzera e eto per aprire un negozio di decorazioni da giardino. Ho trovato praticamente tutti i rivenditori di cui ho bisogno, ma me ne manca uno che non so dove trovare e, in attesa della prossima fiera del settore, ho pensato di chiedere a te.
    Sto cercando un produttore di quelli che in tedesco si chiamano oggetti in Steinguss. Non so se in italiano si dica grès, o se è cemento e arenaria o cos’altro. Ma di solito sono oggetti come putti, colombe, sfere con decorazioni a rosa, fruttiere, pigne, ecc.
    Chissà se tu puoi darmi qualche indicazione. Nonostante l’ampia ricerca su internet non ho trovato granché. L’unica azienda che ho trovato è in Svezia, e ordinare il materiale così lontano mi pare poco economico e soprattutto poco ecologico. Un fornitore italiano sarebbe l’ideale.
    Grazie mille già sin d’ora per la tua eventuale risposta, saluti carissimi
    Cinzia

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...