Autunno a Courson

Gran bel fine settimana, e istruttivo. Il luogo: Domaine de Courson (credo siano passati vent’anni dalla prima volta che ci sono andata per la mostra di giardinaggio, 27 dalla prima edizione), 35 km a sud ovest di Parigi. Il clima: un po’ di sole e un po’ di scrosci, comunque pare meglio di Masino, che si è svolta negli stessi giorni. Il luogo, il clima, i suoi vivai espositori e i suoi visitatori curiosi, appassionati. Il “rendez vous francais de l’horticulture européenne”, come lo hanno definito gli stessi organizzatori nel catalogo di questa edizione.
Belle storie dietro le persone e le loro specializzazioni: madame Claudie Adéline a promuovere il suo arboreto, adesso che il vivaio è passato di mano (950 alberi, collezione nazionale francese di Ginkgo, Liquidambar e Tilia); il collezionista privato Cor Laurens con le sue 240 tra specie e varietà di passiflora, di cui detiene la collezione nazionale olandese; il suo conterraneo Koos van Dijk che invece cura la collezione nazionale olandese di Rhodohypoxis e ricerca in tutto il mondo nuove specie alpine e da roccaglia. E Dirk Scheys di Hostas & Zo che viene dal Belgio con un carico straordinario di Heuchera; Paolo Gramaglia che da qualche anno viene dall’Italia all’appuntamento di Courson (e vince qualche segnalazione di merito) con i suoi peperoncini, i suoi aromi e le sue erbe. Un po’ d’Europa si ritrova qui e tutto ruota attorno alle piante. Se ne troverò il tempo, dedicherò il prossimo post a loro, le star di Courson.

Annunci

Pubblicato da

Il mio nome è Mimma Pallavicini, sono una giornalista specializzata, una cosiddetta “giornalista del verde”, da oltre 25 anni e ancora non so dove stiano i confini tra la professione e la passione per le piante, i fiori, i giardini, interpreti e partecipi della mia visione della vita. Così non mi pare vero creare una nicchia per dire ciò che altrimenti non avrebbe modo di essere detto: ogni giorno vivo esperienze, pensieri e percorsi professionali che con le piante e i giardini hanno a che fare e che sarebbe un peccato non fissare e non condividere. Benvenuti da queste parti, e grazie se vorrete sostare in nome dell’informazione e partecipare in nome di un’emozione che ci accomuna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...