La testata del blog dal 19 dicembre 2010

Una foto una storia (dal 19 dicembre 2010)
Invece delle luminarie natalizie
Nulla intorno, se non questo nevoso clima invernale, mi dice che stanno arrivando le feste natalizie. Vuoi perché i rituali natalizi appartengono poco al mio sentire. Vuoi perché l’attenzione è su altro: il governo salvato per il rotto della cuffia, i suoi rappresentanti voltagabbana, Pompei che crolla, i ragazzi in piazza e i cassintegrati in cima alle gru, le autostrade gelate e bloccate, stipendi che non bastano a sbarcare il lunario. Figurarsi se è il momento di fare regali e accendere luminarie. Sicché per cambiare la testata del blog con un’immagine meno gelida e più accogliente per chi invece cerca nella festa un modo di dimenticare e esorcizzare il peggio, mi sembra che sia appropriata una foto che ho scattato al Museo di arte contemporanea del castello di Rivoli qualche mese fa. E’ una scena piena di luce: quella della lama di sole che entrava obliqua nella sala in un radioso pomeriggio autunnale; quella delle lampadine dell’installazione di Mona Hatoum “Undercurrent Red” del 2008. Invece di luminarie, propongo luce. Invece di addobbi effimeri di ricorrenza, suggerisco arte di luce e rosso per scaldare queste giornate di gelo, e dare un altro significato al periodo festivo.
Chi vuole sapere qualcosa di Mona Hatoum, artista anglo-libanese della mia generazione, chieda per esempio a wikipedia a questo indirizzo. Sempre wikipedia, meglio di altri siti (compreso quello istituzionale), racconta il castello di Rivoli e il suo museo, che è una delle mie mete piemontesi preferite quando ho bisogno di ricordare che esiste altro oltre alle piante e ai giardini della mia – forse – monocorde passione. Auguri a tutti, e soprattutto a chi la condivide.

Annunci

Pubblicato da

Il mio nome è Mimma Pallavicini, sono una giornalista specializzata, una cosiddetta “giornalista del verde”, da oltre 25 anni e ancora non so dove stiano i confini tra la professione e la passione per le piante, i fiori, i giardini, interpreti e partecipi della mia visione della vita. Così non mi pare vero creare una nicchia per dire ciò che altrimenti non avrebbe modo di essere detto: ogni giorno vivo esperienze, pensieri e percorsi professionali che con le piante e i giardini hanno a che fare e che sarebbe un peccato non fissare e non condividere. Benvenuti da queste parti, e grazie se vorrete sostare in nome dell’informazione e partecipare in nome di un’emozione che ci accomuna.

5 thoughts on “La testata del blog dal 19 dicembre 2010

  1. L’immagine è bellisssima, crea un senso di calore e di speranza; ma non è questo il significato di certe ricorrenze?
    Se perdiamo anche la speranza cosa realmente ci resta?

    Riguardo agli argomenti accennati, non vi vedo il senso della vita, ma solo un’espressione che cerchiamo di razionalizzare e per certi versi possiamo esserne alla fine concordi o no (personalmente non condivido di questi tempi azioni come quelle successe nelle piazze i giorni appena passati, bisogna trovare altri modi).

    Quest’anno come e forse un po’ più degli altri dovremo fare uno sforzo per far si che la speranza rinasca ( e non servono regali altisonanti e preziosi) alimentando la gioia e la voglia e la determinazione ad andare avanti cercando di rendere il mondo e noi stessi migliori.

    Mi piace

  2. in cerca di pane e di rose… non trovo che rose e anche quelle già un poco sfiorite. Come se questo gelido inverno ricoprisse di galaverna ogni cosa.
    Sono tempi tristi, ma almeno a natale si puo cercare il profumo delle rose nelle luci di un abete.

    Barbara

    Mi piace

  3. Buongiorno Mimma, ti seguo su tutto ciò che hai detto…per quanto riguarda il castello di Rivoli, purtroppo ho avuto modo di visitarne solo una parte diversi anni fa, quando era in restauro, almeno una sua porzione; mi spiace di non esser più tornata a Torino da allora; speriamo comunque bene!
    fr

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...