Oggi a Cittanova, Calabria, Italia

Ore 8. Il cielo sopra al Tirreno, posso presumere più o meno all’altezza della Toscana, è un campionario di nuvole candide. A casa mia alle sei e trenta pioveva e faceva piuttosto freddo (qualcuno intanto mi ha telefonato per dirmi che in alcune valli della Valle d’Aosta nevica sopra i 1000 metri di quota), a Torino diluviava sicché siamo arrivati all’aereo fradici solo per il tragitto tra l’autobus e la scaletta dell’aereo. E questo cielo pannoso, quale meraviglia naturale. Fa pensare alla libertà.

ore 11. A Cittanova, provincia di Reggio Calabria, è tutto un via vai di ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado che stanno progettando o già eseguendo il loro tappeto fiorito per le infiorate che domani accoglieranno i visitatori di Cittanova Floreale alla terza edizione.

ore 12. Alzo gli occhi e vedo una sequoia che poco poco misura 25 metri di altezza. Devo ricordarmi di metterla nell’elenco delle sequoie nella mappa spontanea che si sta creando nel mio blog. Un giardiniere zappa, vanga e pianta perché il parco Carlo Ruggiero, loro la chiamano “villa”, per me è un gran bel parco di fine Ottocento, sia smagliante per la festa. Saluta affabile, facciamo amicizia. Si chiama Mommo, diminutivo di Gerolamo, il nome suo e del santo che è patrono di Cittanova. Mommo dice: “Venite, vi faccio vedere la più bella di Cittanova” e mi porta a vedere una lagerstroemia con un magnifico tronco. Dice: “Vi confesso che io ogni tanto l’abbraccio e le dico: Magari venissi vecchio e bello come te”. Ride, si capisce che è fiero della propria terra e del titolo di giardiniere conseguito alla scuola agraria del Parco di Monza.
ore 13. Il b&b in cui sono ospite è in mezzo alla cittadina, ha un minuscolo giardino di gerani un po’ diversi dai soliti, qualche ciuffo di viole del pensiero e qualche rosa, un vecchio gelso dal tronco possente. Le stanze raccontano un po’ della civiltà di Manolita, la proprietaria. Che poco dopo mi racconta di essere un po’ asturiana e un po’ cittanovese e di avere un blog. Andatelo a vedere qui, capirete qualcosa di lei.
Per conoscere qualcosa della manifestazione invece andate nel sito www.carloruggiero.it.

Annunci

Pubblicato da

Il mio nome è Mimma Pallavicini, sono una giornalista specializzata, una cosiddetta “giornalista del verde”, da oltre 25 anni e ancora non so dove stiano i confini tra la professione e la passione per le piante, i fiori, i giardini, interpreti e partecipi della mia visione della vita. Così non mi pare vero creare una nicchia per dire ciò che altrimenti non avrebbe modo di essere detto: ogni giorno vivo esperienze, pensieri e percorsi professionali che con le piante e i giardini hanno a che fare e che sarebbe un peccato non fissare e non condividere. Benvenuti da queste parti, e grazie se vorrete sostare in nome dell’informazione e partecipare in nome di un’emozione che ci accomuna.

2 thoughts on “Oggi a Cittanova, Calabria, Italia

  1. La mia Sacra Terra di Calabria…si accende di colore, di musica e sapori…mentre i fanciulli si accingono a mostrare gioiosi i loro lavori di fiori…e tutto intorno il paesaggio si presenta ai visitatori come un antico scrigno contenente Valori e Tesori di una Natura che nel tempo ha mantenuto e mantiene la sua beltà…alle porte dell’Aspromonte tra piante secolari circondate dai maestosi ulivi della Piana di Gioia Tauro… … Vorrei che il mondo conoscesse più da vicino il fascino di questi luoghi, la poesia dei tramonti rossi sul Tirreno che dipingono quasi ogni sera il cielo, quasi fosse la tela di un pittore…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...