Rose come risarcimento

Ci sono cose che mi colpiscono perché parlano di civiltà e di umanità: mi allegeriscono il peso di giornate grevi di lavoro. Oggi al telegiornale hanno raccontato che il governo norvegese ha sospeso le tasse doganali per l’importazione di rose, perché tutti coloro che lo desiderano possano, a basso costo, portare un fiore alle oltre novanta vittime della strage devastante che ha messo in ginocchio un Paese per me mito di civiltà. La prova che non mi sbaglio a crederlo, anche se quanto è successo è stato opera di un norvegese, è questo desiderio collettivo dei norvegesi di coprire con immensi tappeti di fiori il sangue e le macerie e con l’espressione della composta commozione popolare isolare il gesto scomposto e scellerato.
Quei fiori sui quali uno Stato molto diverso dal nostro non si sente di speculare sono il risarcimento  ai luoghi di Oslo offesi dalla follia omicida, ma anche a tutti coloro, mi metto tra questi, che ogni giorno devono accettare nuove insane regole di inciviltà e prevaricazione sul lavoro e nei rapporti interpersonali. Se è vero che dopo l’11 settembre è questo eccidio a segnare per sempre la nostra epoca, ricorderò le rose  senza tasse doganali di Oslo come tentativo di dare ancora un senso alla parola civiltà.

Annunci

Pubblicato da

Il mio nome è Mimma Pallavicini, sono una giornalista specializzata, una cosiddetta “giornalista del verde”, da oltre 25 anni e ancora non so dove stiano i confini tra la professione e la passione per le piante, i fiori, i giardini, interpreti e partecipi della mia visione della vita. Così non mi pare vero creare una nicchia per dire ciò che altrimenti non avrebbe modo di essere detto: ogni giorno vivo esperienze, pensieri e percorsi professionali che con le piante e i giardini hanno a che fare e che sarebbe un peccato non fissare e non condividere. Benvenuti da queste parti, e grazie se vorrete sostare in nome dell’informazione e partecipare in nome di un’emozione che ci accomuna.

One thought on “Rose come risarcimento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...