Le stagioni del maestro giardiniere

Ieri sera, tornando a casa da un tour di lavoro, ho trovato una busta di corriere con dentro una copia del libro che ho scritto a inizio anno: “Le stagioni del maestro giardiniere” con la complicità dell’amico di lunga data Carlo Pagani. E nonostante le parole stampate siano il mio lavoro, ogni volta è un piacere e una sorpresa. Mi affascina il libro nuovo, persino se non è inatteso, l’ho scritto io, e mi immalinconisce il pensiero che un giorno dei prossimi leggeremo solo libri elettronici. Dovranno inventare un modo di far esalare dal tablet per due o tre giorni quel particolare aroma di carta e inchiostri che hanno i libri appena usciti dalla tipografia e che mi ammalia da sempre. Come se l’appetibilità del contenuto dipendesse dall’intensità dell’aroma dell’inchiostro e dalla qualità della carta.
Adesso il libro c’è, e mi auguro che piaccia e sia utile, con il suo modo schematico, volutamente destrutturato, po’ ironico, un po’ monello, un po’ affettuoso, un po’ “magistrale” ( e ci mancherebbe, trattandosi di stagioni del maestro giardiniere) di raccontare il giardinaggio a chi deve farsi le basi o teme di non saperci fare. Invece c’è spazio per tutti, basta volerlo, semmai bisogna munirsi di un libro come questo, che mescola in leggerezza, ma con rigore scientifico, il piacere della lettura (per me della scrittura)  e le informazioni che servono perché mettere le mani nella terra e far fiorire un fiore non sia soltanto un passatempo, ma l’appropriazione di una cultura e l’apertura di un dialogo con la natura.
E siccome passo tante informazioni che riguardano gli altri, questa volta promuovo me stessa. Ecco qua, lo trovate in libreria.
Carlo Pagani e Mimma Pallavicini, Le stagioni del maestro giardiniere, Vallardi, pagine 252, euro 14,90.
Nel corso dell’autunno verrà presentato in diverse località italiane. Il primo appuntamento è a Lucca nell’ambito di Murabilia venerdì prossimo, 2 settembre, alle ore 16, Casermetta del Baluardo San Regolo.

Annunci

Pubblicato da

Il mio nome è Mimma Pallavicini, sono una giornalista specializzata, una cosiddetta “giornalista del verde”, da oltre 25 anni e ancora non so dove stiano i confini tra la professione e la passione per le piante, i fiori, i giardini, interpreti e partecipi della mia visione della vita. Così non mi pare vero creare una nicchia per dire ciò che altrimenti non avrebbe modo di essere detto: ogni giorno vivo esperienze, pensieri e percorsi professionali che con le piante e i giardini hanno a che fare e che sarebbe un peccato non fissare e non condividere. Benvenuti da queste parti, e grazie se vorrete sostare in nome dell’informazione e partecipare in nome di un’emozione che ci accomuna.

3 thoughts on “Le stagioni del maestro giardiniere

  1. Congratulazioni Mimma

    aspetto con impazienza di avere il libro fra le mani! Non credo che il digitale possa sostituire il piacere di una lettura su carta stampata…non per mancanza di aroma di carta o altro. Un buon libro è compagno di avventura, porta i segni del nostro passaggio, appunti, segnalibri per ritrovare le pagine più di interesse e poi sosta sul nostro comodino in attesa di essere sfogliato conciliando buoni sonni! Così sarà senz’altro questo nuovo libro di una gran coppia collaudata di Maestri come voi!
    simonetta

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...