Una foto una storia (dal 31 dicembre 2012)

cropped-spiando-il-domani-per-testata.jpg
La foto della testata del blog dal 31 dicembre 2012
Spiando il futuro
Sono così satura di immagini e parole, che ho fatto fatica a trovare un’immagine che dicesse: “Auguri, siate curiosi del vostro futuro e preparatevi a viverlo badando alla qualità dei giorni”. Ho trovato l’immagine tra quelle scattate l’estate scorsa nel viaggio in Germania. in un parco di Stoccarda, dove una bimba piccolissima si aggirava tutta sola attorno a un tunnel di carpini. Poi oggi ho trovato la frase che mi piace, detta da Rita Levi Montalcini, che intanto qui ricordo, oggi che non c’è più: “Meglio aggiungere vita ai giorni, che giorni alla vita”.  Noi passiamo, come gli anni. Siamo piccoli come la bimba della foto, se siamo fortunati diventiamo centenari come Levi Montalcini, se siamo più fortunati ancora manteniamo la sua lucidità sino alla fine. In fondo, ciò che conta è la pienezza della vita chespiando-il-domani conduciamo. Ancora una volta, una questione di qualità e non di quantità. Ed è quello che auguro a chi legge questo blog. Che il 2013 sia pieno di vita, ognuno in base alla propria misura.

Annunci

Pubblicato da

Il mio nome è Mimma Pallavicini, sono una giornalista specializzata, una cosiddetta “giornalista del verde”, da oltre 25 anni e ancora non so dove stiano i confini tra la professione e la passione per le piante, i fiori, i giardini, interpreti e partecipi della mia visione della vita. Così non mi pare vero creare una nicchia per dire ciò che altrimenti non avrebbe modo di essere detto: ogni giorno vivo esperienze, pensieri e percorsi professionali che con le piante e i giardini hanno a che fare e che sarebbe un peccato non fissare e non condividere. Benvenuti da queste parti, e grazie se vorrete sostare in nome dell’informazione e partecipare in nome di un’emozione che ci accomuna.

3 thoughts on “Una foto una storia (dal 31 dicembre 2012)

    1. @cesare gerbelle
      Hai ragione: mi sono dimenticata di raccontare che volevo rendere l’atmosfera della foto un po’ misteriosa, lunare e astratta e così l’ho modificata: era una foto estiva e solare, lontana dallo spirito di chi, nella notte di capodanno, brinda e incrocia le dita interrogandosi segretamente sul futuro. Come vedi il tuo computer non ha problemi…
      Ancora tanti auguri e paesaggi alpini pieni di neve.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...