Una foto una storia (dal 14 luglio 2013)

volpe di mattina per testataLa foto della testata del blog dal 14 luglio 2013

Nuove visioni mattutine

Stavamo transitando in auto alle 8 di stamattina e ho chiesto a mio marito di fermarsi un attimo perché, senza scendere, semplicemente abbassando il finestrino, volevo documentare un grosso cespo di Ambrosia in mezzo ad una nuova strada evidentemente non ancora collaudata, perché l’accesso è impedito da grossi paracarri. E mentre fotografavo al centro dell’asfalto il cespo rigoglioso di questa pianta infestante, che ha ormai invaso tutti i bordi di strada della mia valle, nel mirino ho avuto una visione imprevista: una volpe che sbucava da dietro il cespo. Prima di dileguarsi si è ancora voltata a guardarmi, a me è sembrato con sguardo di volpe-su-stradasufficienza: “Che cavolo vuoi, scusa tanto?”. Oppure come monito: “Se voi modificate l’ambiente in modo irresponsabile io, che sono un animale opportunista, ne approfitto. Vedete un po’ voi che cosa preferite.” Le volpi come l’ambrosia: si vedono ormai ovunque, anche in mezzo alle strade. A stupirmi più di tutto è il fatto di averne vista una in circolazione di mattina, quando la caccia di cibo di volpe-di-mattinaquesto canide dalle abitudini crepuscolari e notturne dovrebbe essere terminata e, con la pancia piena, le volpi dovrebbero essere a nanna. Una bella scheda su Vulpes vulpes si trova alla voce “volpe” di Wikipedia.

Advertisements

Pubblicato da

Il mio nome è Mimma Pallavicini, sono una giornalista specializzata, una cosiddetta “giornalista del verde”, da oltre 25 anni e ancora non so dove stiano i confini tra la professione e la passione per le piante, i fiori, i giardini, interpreti e partecipi della mia visione della vita. Così non mi pare vero creare una nicchia per dire ciò che altrimenti non avrebbe modo di essere detto: ogni giorno vivo esperienze, pensieri e percorsi professionali che con le piante e i giardini hanno a che fare e che sarebbe un peccato non fissare e non condividere. Benvenuti da queste parti, e grazie se vorrete sostare in nome dell’informazione e partecipare in nome di un’emozione che ci accomuna.

2 thoughts on “Una foto una storia (dal 14 luglio 2013)

  1. ambrosia. non conosco questa pianta. a proposito della volpe forse era infastidita dallo sguardo di una razza che le deve sembrare stupida, chiusa in scatole da ferro semoventi….

    Mi piace

    1. @cosetta sberveglieri Ambrosia artemisiifolia è una di quelle piante che si vorrebbe non esistessero, per quanto di bell’aspetto. E’ infatti terribilmente allergogena, come trova raccontato nella scheda di wikipedia all’indirizzo it.wikipedia.org/wiki/Ambrosia_artemisiifolia.
      In quanto alla volpe, certo, credo mi abbia guardata come qualcuno che non era al posto gìusto. Condivido quello sguardo, chissà mai che faccia pensare qualcuno. Un saluto.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...