Una foto una storia (dall’11 agosto 2013)

cropped-sdraie-di-agosto-per-testata.jpgLa foto della testata del blog dall’11 agosto 2013

Una settimana di sospensione

Un giorno di fine estate dello scorso anno, non ricordo più dove,  ma poteva essere Guastalla, mi sono affacciata dalla finestra dell’albergo in cui ero ospite e ho visto la scena di una infilata di sdraie bianche nel controluce della sera. Non c’era nulla di interessante da fotografare: non un bel giardino, le sdraie per di più erano di vile plastica e alle loro spalle era tirato il tipico nastro bianco e rosso dei lavori in corso. Ma sette sdraie sono sempre un irresistibile invito al relax, la luce nel verde mi piaceva e così ho inquadrato e ho fatto click. Il relax è quello che molti italiani in questi giorni tentano di raggiungere, spesso a carissimo prezzo e con concentrazioni umane superiori a quelle metropolitane,  le grandi città dove vivono molti di coloro che fuggono verso le mete vacanziere canoniche. Io andrò avanti a lavorare anche in sdraiequesta settimana di Ferragosto e, siccome ho qualche libro che devo leggere proprio per lavoro prima della ripresa di fine estate,  mi concederò qualche ora di lettura sulla sdraio tra i miei fiori. Perché quella ferragostana è una settimana di sospensione, che interrompe il ritmo consueto persino di chi è normalmente al lavoro, perché ovunque è ridotto il noise di fondo che scandisce la vita contemporanea.

Annunci

Pubblicato da

Il mio nome è Mimma Pallavicini, sono una giornalista specializzata, una cosiddetta “giornalista del verde”, da oltre 25 anni e ancora non so dove stiano i confini tra la professione e la passione per le piante, i fiori, i giardini, interpreti e partecipi della mia visione della vita. Così non mi pare vero creare una nicchia per dire ciò che altrimenti non avrebbe modo di essere detto: ogni giorno vivo esperienze, pensieri e percorsi professionali che con le piante e i giardini hanno a che fare e che sarebbe un peccato non fissare e non condividere. Benvenuti da queste parti, e grazie se vorrete sostare in nome dell’informazione e partecipare in nome di un’emozione che ci accomuna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...