Una foto una storia (dal 21 gennaio 2015)

Galanthus-nivalis-per-testata

La foto della testata del blog dal 21 gennaio 2014

Fioriscono i bucaneve
Oggi è arrivata la neve. Il primo fiocco è sceso mentre guardavo fuori dalla porta il grande vaso – una vecchia botte da vino riciclata –  nella quale un paio di mesi fa abbiamo rinvasato un faggio disgraziato, con tutto il suo corteggio di erbe e bulbi. Anzi, per appoggiare la base del vaso, ben più grande di quello precedente, ho dovuto togliere da terra due o tre ciuffetti di bucaneve: si vedevano appena spuntare le prime foglioline.  Allora avevo commentato con mio marito che conoscevo di preciso l’anno in cui era arrivato a casa un solo bulbo (spesso le mie bulbose sono iniziate da un bulbetto sfuso affidato alla terra senza molta convinzione). I bucaneve (Galanthus nivalis) sono estremamente prolifici e ho appena scoperto che sono le formiche a portare in giro con convinzione i semi: sono ingorde delle capsule carnose in cui i semi sono contenuti. Così dopo una ventina di anni il mio solo bulbo, interrato nel vaso del faggio, si è moltiplicato per cinquanta o cento, anche ad una certa distanza, a Galathus-nivalis-sotto-la-neveterra e nel vaso stesso. Amarillidacea della flora italiana precocissima, il bucaneve è presente in Toscana, Calabria e Sicilia anche con la specie Galanthus reginae-olgae, dedicata alla regina greca della seconda metà dell’Ottocento Olga Konstantinovna e, inselvatichito qui e là, riconoscibile innanzi tutto per le dimensioni maggiori, con la specie Galanthus elwesii dell’Europa orientale. Oggi i primi ciuffetti di bucaneve in fiore, in anticipo di qualche settimana rispetto alla norma, hanno “assaggiato” la prima neve della stagione.Galanthus-nivalis Speriamo non ne venga troppa, diciamo non più di 10 centimetri, perché questi primi fiori dell’anno dall’aspetto fragile, ma robustissimi, possano mantenere fuori la loro testolina. Per chi vuole collezionarli, la notizia che ci sono ben 160 varietà, quasi tutte dei soliti inglesi, come racconta il sito di Floriana Bulbose a questo indirizzo.

Advertisements

Pubblicato da

Il mio nome è Mimma Pallavicini, sono una giornalista specializzata, una cosiddetta “giornalista del verde”, da oltre 25 anni e ancora non so dove stiano i confini tra la professione e la passione per le piante, i fiori, i giardini, interpreti e partecipi della mia visione della vita. Così non mi pare vero creare una nicchia per dire ciò che altrimenti non avrebbe modo di essere detto: ogni giorno vivo esperienze, pensieri e percorsi professionali che con le piante e i giardini hanno a che fare e che sarebbe un peccato non fissare e non condividere. Benvenuti da queste parti, e grazie se vorrete sostare in nome dell’informazione e partecipare in nome di un’emozione che ci accomuna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...