Ritorno a Milis

disegni-di-piante-e-fiori-dei-ragazzi-delle-scuole-medie-di-MilisOxalis-pes-caprae-lungo-la-strada-di-Milis

Poi un giorno, senza quasi accorgerti, ti trovi al di là di un piccolo braccio di mare, con i bordi di strada tutti gialli di Oxalis pes-caprae che per una volta non ti sembra una aliena infestante, ma una catarsi vestita di sole. L’inverno qui sembra ormai lontano, Milis e la sua mostra di giardinaggio sono un giro di boa che allontana dall’inverno. Benvenuta primavera, qualche giorno prima che il calendario dichiari che lo è davvero. Oggi si prepara la festa, tutti lavorano, qualcuno ripete i rituali di una carovana che in giro per l’Italia ha fatto crescere questa storia di piante, fiori e giardini negli ultimi vent’anni. Ci sono le piante “del continente” e quelle sarde che aspettano di essere ammirate (al supermercato di Oristano ho visto anche i funghi Pleurotus eryngii, qui chiamati antunna), ci sono gli amici sardi incontrati in tutte le edizioni che ho visto, sei o sette o otto non so neppure più, e ritrovati dopo un anno, ognuno con il proprio fardello e la voglia di incrociare la vita degli altri, ci sono i disegni dei ragazzi delle scuole sul tema delle piante e quelli ben più raffinati di Marina Virdis e dei suoi allievi. Domani tutto assumerà un aspetto unitario e sarà festa. Io poco fa ho alzato lo sguardo verso il Montiferru, a un tiro di schippo da questo paese dell’Oristanese che si chiama Milis e ho detto ciao a un oleastro meraviglioso, a Cuglieri, che ho contribuito a premiare nel concorso degli Amici degli alberi come albero d’Italia scelto per il 2014 dalla critica. Stasera sfoglierò con calma e criticamente il mio nuovo libro sul giardino mediterraneo e mi sentirò in sintonia anche con questo. Le piccole felicità stanno da queste parti e, in fondo, perché chiedere altro?
Aranceto-di-Villa-Pernis-2015Antunna-Pleurotus-eryngiiGIARDIINOMEDITERRANEO Pentagora

Advertisements

Pubblicato da

Il mio nome è Mimma Pallavicini, sono una giornalista specializzata, una cosiddetta “giornalista del verde”, da oltre 25 anni e ancora non so dove stiano i confini tra la professione e la passione per le piante, i fiori, i giardini, interpreti e partecipi della mia visione della vita. Così non mi pare vero creare una nicchia per dire ciò che altrimenti non avrebbe modo di essere detto: ogni giorno vivo esperienze, pensieri e percorsi professionali che con le piante e i giardini hanno a che fare e che sarebbe un peccato non fissare e non condividere. Benvenuti da queste parti, e grazie se vorrete sostare in nome dell’informazione e partecipare in nome di un’emozione che ci accomuna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...