Benedette spugnette sarde

Gente a Primavera in giardino a Milis
Poca gente come quella sarda mi riempie di gioia. Da una parte per l’orgoglio di appartenenza che altrove è scomparso, cancellato dall’omologazione di una civiltà globalizzata che ci vuole tutti uguali da Miami a Kiev, da Oslo a Città del Capo. Dall’altra colgo nei sardi il piacere della festa e la voglia di farne tesoro sino in fondo. Negli anni (oltre cinque lustri) di frequentazione delle mostre di giardinaggio, mai come a Primavera in giardino a Milis (OR) mi è capitato di vedere tanta gente paziente e attenta assistere a convegni e chiacchierate sulle piante. Qualche anno fa, addirittura, un sabato all’ora di pranzo nessuno se ne voleva andare perché c’era una bella atmosfera attorno a chissà quale argomento e io avevo chiesto al bar bottiglie di vernaccia e qualche snack così abbiamo offerto l’aperitivo a tutti. Nessuno aveva abbandonato e alla richiesta se era il caso di fare pausa s’era alzato un coro di no quasi scocciato che ci fosse stata questa domanda. D’altronde mi hanno raccontato che all’edizione di quest’anno ci sarà Kaktos, una mostra nella mostra dedicata esclusivamente alle piante succulente con vivai di mezza Europa, e al richiamo su Facebook a fare festa insieme, in un attimo hanno risposto centinaia di sardi disposti a organizzare e a condividere. Sicché stamattina trovando su Facebook una di quelle scene di tutto esaurito nella sala delle conferenze, mi è venuto voglia di dire che la civiltà si misura anche dalla partecipazione. E assorbendo un anno dopo l’altro storie di piante e di giardini, posso sperare che in Sardegna, prima che altrove, la platea del giardinaggio si allarghi e si affini. Benedette spugnette sarde, mi auguro siano un’avanguardia.

17202989_1382387795117704_2145388735911624292_n

Annunci

Pubblicato da

Il mio nome è Mimma Pallavicini, sono una giornalista specializzata, una cosiddetta “giornalista del verde”, da oltre 25 anni e ancora non so dove stiano i confini tra la professione e la passione per le piante, i fiori, i giardini, interpreti e partecipi della mia visione della vita. Così non mi pare vero creare una nicchia per dire ciò che altrimenti non avrebbe modo di essere detto: ogni giorno vivo esperienze, pensieri e percorsi professionali che con le piante e i giardini hanno a che fare e che sarebbe un peccato non fissare e non condividere. Benvenuti da queste parti, e grazie se vorrete sostare in nome dell’informazione e partecipare in nome di un’emozione che ci accomuna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...