Jardins: richiamo della primavera alla francese

Mi scrive un’amica da Parigi: hanno inaugurato ieri l’altro al Grand Palais una mostra d’arte che potrebbe interessarti. Si intitola “Jardins”. Certo che mi interessa, e prima del 24 luglio, quando terminerà, un salto a Parigi lo faccio di sicuro. Anche perché i francesi manifesto mostra jardinsono bravi a far rendere tutto e a evitare le pedanterie della cultura “alta”, attualizzandola e coinvolgendo la gente comune con parole chiave attraenti. Traduco qui il testo di presentazione della mostra.
Fragonard, Monet, Cézanne, Klimt, Picasso e anche Matisse. I più grandi artisti hanno celebrato il giardino e trasformato, grazie al loro talento, questo spazio chiuso in un mondo di libertà e immaginazione. In qualche caso hanno anche fatto nascere capolavori della storia dell’arte. Il Grand Palais riunisce queste opere in una mostra fuori dal comune che ripercorre dal Rinascimento ai giorni nostri sei secoli di creazioni attorno al giardino. Dipinti, sculture, fotografie, disegni, installazioni, ambientazioni sonore e olfattive ci guidano in un percorso coinvolgente e poetico. La passeggiata “jardiniste” unica che dà voce al richiamo della primavera.
La mostra è organizzata da Réunion des musées nationaux – Grand Palais. Altre informazioni qui www.grandpalais.fr/fr/article/jardins-toute-lexpo

Advertisements

Pubblicato da

Il mio nome è Mimma Pallavicini, sono una giornalista specializzata, una cosiddetta “giornalista del verde”, da oltre 25 anni e ancora non so dove stiano i confini tra la professione e la passione per le piante, i fiori, i giardini, interpreti e partecipi della mia visione della vita. Così non mi pare vero creare una nicchia per dire ciò che altrimenti non avrebbe modo di essere detto: ogni giorno vivo esperienze, pensieri e percorsi professionali che con le piante e i giardini hanno a che fare e che sarebbe un peccato non fissare e non condividere. Benvenuti da queste parti, e grazie se vorrete sostare in nome dell’informazione e partecipare in nome di un’emozione che ci accomuna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...