Delusioni pasquali

Viene anche la Pasqua, e chi se n’era accorto? Travolta dagli impegni, avrei tirato dritto se non ci fosse l’amica Rita Ammassari che puntuale onora le ricorrenze con una delle sue vignette di noi due follette stagionate. E, come succede ormai da tempo interpretando un sentimento diffuso, in bilico tra malinconica rassegnazione e nostalgia di […]

Continua a leggere

Un albero di Natale speciale

  Non so se più per pigrizia o se per bisogno di silenzio, da tempo non aggiorno il blog. C’è voluta la mia amica disegnatrice Rita Ammassari a ricordarmi che è tempo di festa e bisognerebbe interpellare le follette stagionate per gli auguri di rito. E nel passare in rassegna gli argomenti più meritevoli o […]

Continua a leggere

I tentacoli della pianta peggiore

Sono tornate le Follette stagionate, dopo una lunga latitanza, qualche capello bianco in più e qualche rotolino di troppo al posto del fu vitino di vespa. Rita Ammassari, la folletta disegnatrice, dice che vuole farmi gli auguri di Buona Pasqua, ma intanto alla televisione annunciano la strage di Bruxelles di un 22 marzo di terrore. […]

Continua a leggere

Vorremmo essere insetti in sciopero

Dice: “Siamo follette stagionate e tuttavia non ci danno tregua, la Fornero ci ha immaginate attive praticamente per sempre, niente pause, niente vita godereccia che avevamo rimandato a questa stagione della vita, ancora abbastanza giovani per avere l’energia che serve e con abbastanza lavoro fatto per meritarcelo prima della terza età”. Per un attimo serpeggia […]

Continua a leggere

Buon rimedio

Proprio così, non si è salvato niente. Una vignetta delle follette stagionate, partita tre o quattro giorni prima di Natale, è arrivata solo ora. E non con le poste italiane (suvvia, cerchiamo di dimenticare i tempi in cui funzionavano peggio di adesso) ma nella rete superefficiente e superveloce di gmail. Tanto tutto è fermo, ma […]

Continua a leggere

Prendendo lucciole per lanterne

Passano mesi e anni e due follette già stagionate non possono che stagionare ulteriormente. Magari fosse come certi prosciutti o certi formaggi. In fossa ci siamo, ma per altri motivi, e comunque io che amo l’altitudine preferirei starmene appesa a rifinire la mia maturazione dondolante alla brezza e dall’alto osservare l’umanità contemporanea che si agita […]

Continua a leggere

Sorridere, nonostante le spine

Eccole che tornano, le follette stagionate di Rita Ammassari o meglio: le follette stagionate che siamo,  lei ed io, interpretate dalla sua penna di disegnatrice. E in onore della festa che sta per arrivare lei pensa ad un albero di Natale poco abete e molto ortaggio. “Che vuoi – dice al telefono – da tempo […]

Continua a leggere