La vita come su Cima Caldoline

Diciannove giorni senza internet e i salti mortali relativi per non interrompere il flusso delle cose. Impossibile far tacere le imprecazioni che affiorano spontanee nei riguardi delle compagnie telefoniche (due: quella che dovrebbe garantirmi il servizio adsl e a cui pago la bolletta e quella storica che ha in mano le linee telefoniche – vecchissime […]

Continua a leggere

I tulipani diversi di Villa Pisani

Fioriscono i 60.000 tulipani “diversi” di Villa Pisani Bolognesi Scalabrin a Vescovana (PD) e io faccio pochi scatti nelle ore della sera e molti pensieri. Per esempio: 1) Chi lavora per tempo e sa guardare avanti, un giorno raccoglie le soddisfazioni: vale per tutto, non solo per il giardino. Ma perché questo succeda bisogna essere […]

Continua a leggere

Esausta, me ne vado sulle mura

Non so come possa essere successo: il mondo ha accelerato il suo battito e ci ha scaraventati tutti lungo una strada accidentata sulla quale riescono a rimanere in piedi solo coloro che resistono. E anche chi resiste si chiede: sino a quando ce la farò prima di rimanere travolto dai tempi, dalla corsa degli altri, […]

Continua a leggere

Pensieri fruttuosi

Un fotografo ieri è salito sulla torre del 1200 in piazza a Cartosio (meno di 750 abitanti, provincia di Alessandria, alle porte dell’Appennino che scavalla verso il mare ligure) e guardando giù ha fissato dall’alto un momento di pausa della festa di paese sul tema della frutta che si chiama Primavera fruttuosa. Si svolge una […]

Continua a leggere

Presentimenti

Siamo diventati una società scomposta e sguaiata, nella quale la gente che non vale niente fa affari se trova la parola d’ordine giusta per questi tempi vuoti (pien ad vuiam, pieni di vuoto dicono i lombardi) e soccombe invece chi ha usato cultura e classe e ha allevato le proprie generazioni con l’orgoglio di tramandare […]

Continua a leggere

Benedette spugnette sarde

Poca gente come quella sarda mi riempie di gioia. Da una parte per l’orgoglio di appartenenza che altrove è scomparso, cancellato dall’omologazione di una civiltà globalizzata che ci vuole tutti uguali da Miami a Kiev, da Oslo a Città del Capo. Dall’altra colgo nei sardi il piacere della festa e la voglia di farne tesoro […]

Continua a leggere

Cicoria per tutti

Sono tornata a casa da un brico center con in testa un pensiero inquietante: dove finirà di qui a poco il vivaismo italiano di qualità, se circolano rose in pack prodotte in Romania e vendute al pubblico a 1,90 euro? Viste con i miei occhi nel brico, e non avevano neppure il cartello delle offerte. […]

Continua a leggere