Socializzare saperi senza creare poteri

Ricordavo di aver fotografato l’estate scorsa la schiena di un ragazzo in maglietta rossa. C’era su una scritta che fa parte del mio modo di essere per formazione, per epoca storica in cui sono cresciuta, per un mai rimosso desiderio di crescita con gli altri e di condivisione democratica. Ho cercato la foto perché volevo […]

Continua a leggere

La vita come su Cima Caldoline

Diciannove giorni senza internet e i salti mortali relativi per non interrompere il flusso delle cose. Impossibile far tacere le imprecazioni che affiorano spontanee nei riguardi delle compagnie telefoniche (due: quella che dovrebbe garantirmi il servizio adsl e a cui pago la bolletta e quella storica che ha in mano le linee telefoniche – vecchissime […]

Continua a leggere

I tulipani diversi di Villa Pisani

Fioriscono i 60.000 tulipani “diversi” di Villa Pisani Bolognesi Scalabrin a Vescovana (PD) e io faccio pochi scatti nelle ore della sera e molti pensieri. Per esempio: 1) Chi lavora per tempo e sa guardare avanti, un giorno raccoglie le soddisfazioni: vale per tutto, non solo per il giardino. Ma perché questo succeda bisogna essere […]

Continua a leggere

Esausta, me ne vado sulle mura

Non so come possa essere successo: il mondo ha accelerato il suo battito e ci ha scaraventati tutti lungo una strada accidentata sulla quale riescono a rimanere in piedi solo coloro che resistono. E anche chi resiste si chiede: sino a quando ce la farò prima di rimanere travolto dai tempi, dalla corsa degli altri, […]

Continua a leggere

Pensieri fruttuosi

Un fotografo ieri è salito sulla torre del 1200 in piazza a Cartosio (meno di 750 abitanti, provincia di Alessandria, alle porte dell’Appennino che scavalla verso il mare ligure) e guardando giù ha fissato dall’alto un momento di pausa della festa di paese sul tema della frutta che si chiama Primavera fruttuosa. Si svolge una […]

Continua a leggere

Presentimenti

Siamo diventati una società scomposta e sguaiata, nella quale la gente che non vale niente fa affari se trova la parola d’ordine giusta per questi tempi vuoti (pien ad vuiam, pieni di vuoto dicono i lombardi) e soccombe invece chi ha usato cultura e classe e ha allevato le proprie generazioni con l’orgoglio di tramandare […]

Continua a leggere

Benedette spugnette sarde

Poca gente come quella sarda mi riempie di gioia. Da una parte per l’orgoglio di appartenenza che altrove è scomparso, cancellato dall’omologazione di una civiltà globalizzata che ci vuole tutti uguali da Miami a Kiev, da Oslo a Città del Capo. Dall’altra colgo nei sardi il piacere della festa e la voglia di farne tesoro […]

Continua a leggere

Cicoria per tutti

Sono tornata a casa da un brico center con in testa un pensiero inquietante: dove finirà di qui a poco il vivaismo italiano di qualità, se circolano rose in pack prodotte in Romania e vendute al pubblico a 1,90 euro? Viste con i miei occhi nel brico, e non avevano neppure il cartello delle offerte. […]

Continua a leggere

Sento la primavera

Ho voglia di rinnovamento e di resurrezione. Che strano: quest’anno febbraio non mi fa sentire esausta come al solito, ma mi sembra un anticipo della primavera e mi fa venir voglia di futuro. Così sto cercando di dare una ripulita al blog che, poveretto, in questo mondo sempre più veloce dopo dieci anni ha di […]

Continua a leggere

Una foto una storia (dal 9 settembre 2016)

La testata del blog dal 9 settembre 2016 Con un pugno di fagioli Stamattina sono scesa in città digiuna e presto, prima delle 7, per andare a fare le analisi del sangue. Solo 20 chilometri, ma neppure arrivare per tempo all’ASL è bastato. Alle 7,25 c’era già una lunga coda, molte decine di persone, sin […]

Continua a leggere

Una foto una storia (dal 5 marzo 2016)

La foto della testata del blog dal 5 marzo 2016 Lasciando ad altri le rose Da un paio di anni sulla scrivania del mio computer, persa tra decine di files e cartelle, si aggira una foto che contavo prima o poi di tirar fuori. L’ho scaricata da internet come un appunto, e meno male che […]

Continua a leggere

La ventura delle venture

Se mi chiedessero di assegnare una stagione della nostra vita ad ogni mese dell’anno, destinerei aprile all’adolescenza, luglio alla pienezza dell’età adulta, ottobre al piacere di raccogliere a sessant’anni ciò che si è ben seminato. Febbraio è da sempre per me sinonimo di morte, vuoto, assenza, cose sperate e disattese. Sicché non è un caso […]

Continua a leggere

I giardini svelati che svelano una tendenza

Ieri ho ricevuto per posta raccomandata la staffetta di un libro in uscita il prossimo 25 febbraio. Si chiama “Il giardino svelato” e come sottotitolo: Giardinieri esperti e appassionati raccontano come inventare il proprio giardino. Pubblicato da Blu Edizioni al costo di 20 euro, è stato curato da Laura Caratti, grafica editoriale e sensibile giardiniera […]

Continua a leggere

Munari, le arance, il design

Bruno Munari: perché l’arancia è un oggetto quasi perfetto. Bella prospettiva, diversa da quella del botanico, del gastronomo, del poeta, del ludico uso carnevalesco di cui ho accennato nell’ultimo post. Grazie all’architetto Patrizio Cagnoni che mi ha fornito la segnalazione. L’oggetto è costituito da una serie di contenitori modulati a forma di spicchio, disposti circolarmente […]

Continua a leggere

Tra agricoltura e turismo

Fuerteventura è la più desertica delle Isole Canarie. I suoi 1650 chilometri quadrati sono costellati di antichi vulcani e di ciò che essi hanno lasciato nel tempo: sassaie gigantesche, pendii brulli a perdita d’occhio, sabbie portate dal vento nella fascia a ridosso del mare. L’aria salmastra, i venti asciutti, la mancanza di acqua, la temperatura […]

Continua a leggere