Pensieri fruttuosi

Cartosio-Primavera-Fruttuosa-3

Un fotografo ieri è salito sulla torre del 1200 in piazza a Cartosio (meno di 750 abitanti, provincia di Alessandria, alle porte dell’Appennino che scavalla verso il mare ligure) e guardando giù ha fissato dall’alto un momento di pausa della festa di paese sul tema della frutta che si chiama Primavera fruttuosa. Si svolge una volta per stagione, il sindaco tira fuori le sue mCartosio-Primavera-Fruttuosaele dalla fruttaia e su un vecchio carro con i pomi dalle bucce contrastanti ci scrive il nome del suo paese. I vivai di frutta appoggiano gli astoni a radice nuda contro i muri della strada che parte dalla piazza, qualcuno si fa innestare al momento un pero o un albicocco, altri fanno il pieno di sementi attingendo dai banchi di scambio dei semi, i bambini scorrazzano su e giù senza problemi in mezzo ai fiori, chi viene da fuori attratto dall’argomento ci mette poco a individuare le persone e gli espositori che gli interessano, a cui chiedere  informazioni di frutticoltura, i professionisti si tengono a disposizione per insegnare in pratica a potare, trattare, piantare gli alberi da frutto. Si mangiano le frittelle, si gode il sole che benedice queste feste a costo zero, perché esiste la provvidenza degli ottimisti. Tutti se ne vanno a sera contenti e con il ricordo diCartosio-Primavera-Fruttuosa-1 aver imparato qualcosa, di aver onorato la domenica in souplesse, dopo aver assaggiato un sacco di torte fruttuose di una gara di pasticceri amatoriali. E io maturo convinzioni. Per esempio che non è più tempo di fare le cose in grande riscuotendo denaro, ma sta arrivando il tempo di farle bene senza costi per stare insieme e interessare segmenti precisi di collezionisti, giardinieri e anche visitatori generici che, se non spaventati, possono diventare adepti di questa fetta d’Italia innamorata della campagna, del giardino, dell’orto, della natura.

Cartosio-Primavera-Fruttuosa-2

Advertisements

Pubblicato da

Il mio nome è Mimma Pallavicini, sono una giornalista specializzata, una cosiddetta “giornalista del verde”, da oltre 25 anni e ancora non so dove stiano i confini tra la professione e la passione per le piante, i fiori, i giardini, interpreti e partecipi della mia visione della vita. Così non mi pare vero creare una nicchia per dire ciò che altrimenti non avrebbe modo di essere detto: ogni giorno vivo esperienze, pensieri e percorsi professionali che con le piante e i giardini hanno a che fare e che sarebbe un peccato non fissare e non condividere. Benvenuti da queste parti, e grazie se vorrete sostare in nome dell’informazione e partecipare in nome di un’emozione che ci accomuna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...